ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùemergenza covid 19

Non solo Champions: dal Giro d’Italia al Sei Nazioni, gli stop del coronavirus agli altri sport

Dal golf, al ciclismo, dal rugby, al basket, continuano a fioccare gli stop alle varie competizioni agonistiche.

di Marcello Frisone

default onloading pic

Dal golf, al ciclismo, dal rugby, al basket, continuano a fioccare gli stop alle varie competizioni agonistiche.


4' di lettura

Dal golf, al ciclismo, dal rugby, al basket, nonché il fermo del viaggio della fiaccola che dal santuario di Olimpia doveva raggiungere, attraverso la Grecia, Tokyo. È così che continuano a fioccare gli stop alle competizioni sportive. Un fermo che al momento è programmato come temporaneo, ma sulla cui certezza di effettivo svolgimento bisogna ancora attendere alcune settimane.

Ciclismo

«Vista la situazione nazionale e internazionale - ha fatto sapere Rcs sport - viene posticipata la data del Giro d'Italia 2020». È la conferma della società organizzatrice alle voci, circolate nei giorni scorsi, sull'impossibilità di svolgere l'evento ciclistico a causa della diffusione del coronavirus. Al momento, però, non è stato fissato un nuovo calendario del Giro. La nuova data, ha spiegato infatti Rcs, sarà annunciata «non prima del 3 aprile quando termineranno le disposizioni previste» dal provvedimento del Governo con le misure per contenere il contagio, «e dopo che l'organizzazione si sarà confrontata con il governo, gli enti locali e territoriali e le istituzioni sportive italiane e internazionali».

La decisione arriva dopo che il governo ungherese, a causa del diffondersi del virus, ha dichiarato lo stato di emergenza «che proibisce l'organizzazione di eventi di massa e rende impossibile organizzare eventi internazionali». Di conseguenza, il Comitato organizzatore delle tappe ungheresi del Giro «ha dichiarato l'impossibilità di ospitare la partenza» della corsa rosa in Ungheria nelle date inizialmente previste.
La manifestazione si sarebbe dovuta svolgere dal 9 al 31 maggio, con tappa finale a Milano.
Non solo. Anche la classica di ciclismo, Parigi-Nizza, sarà sospesa il 14 marzo. Lo ha comunicato l'Uci, aggiungendo che la settima tappa in programma il 14 marzo, con arrivo a Valdebore la Colmiane è da considerarsi l'ultima dell'edizione di quest'anno. La tappa finale di domenica 15 marzo, con arrivo a Nizza è dunque cancellata.

Basket
Eurolega si ferma fino all’11 aprile, ma con la volontà di finire la competizione in corso. È la sintesi del contenuto della lettera aperta, firmata da presidente di Eurolega Jordi Bertomeu, all'indomani dello stop decretato per la massima competizione del basket europeo. «È la situazione più complicata - ha scritto Bertomeu - nei nostri 20 anni di storia. Siamo stati obbligati a prendere decisioni impopolari come giocare partite a porte chiuse o in campo neutro, danneggiando il più prezioso dei nostro tesori, ovvero i tifosi. L'escalation finale che ci ha costretto a sospendere le nostre competizioni, per proteggere i partecipanti, i tifosi e contribuire con il nostro impegno a combattere questa pandemia globale. Speriamo di poter vincere e che le competizioni possano ripartire presto».
L'Eurolega ha ancora 6 gare da giocare nella stagione regolare: l'Olimpia Milano è in quarantena per i prossimi 4 giorni per aver avuto contatti con Trey Thompkins del Real Madrid, risultato positivo al Covid-19. Per l'Eurocup c'è la possibilità di una Final Eight tra le 8 squadre rimaste, comprese Reyer Venezia e Virtus Bologna.

Golf

È stato rinviato l'Augusta Masters di golf che potrebbe essere recuperato entro giugno 2020. È questa l'idea dell'Augusta National che, dopo aver annunciato il rinvio del Major più affascinante del golf per l'emergenza coronavirus, sta già pensando a come ricollocarlo all'interno del già pieno calendario del green mondiale. Il Club del Masters è solito chiudere i battenti dai primi di luglio alla fine di settembre per le temperature climatiche troppo alte. Anche per questi motivi il presidente Fred S. Ridley vorrebbe riproporre l'evento non oltre luglio. Oltre al torneo dei big slitta anche la seconda edizione dell'Augusta National Women's Amateur Championship, il Masters in rosa inizialmente in programma dall'1 al 4 aprile.

Sei nazioni di Rugby
Anche la partita di rugby valida per l'ultima giornata del Sei Nazioni, è stata rinviata. In una nota diffusa dalla Federugby gallese si legge che, «nonostante gli sforzi perché la partita venisse disputata, alla luce di questa situazione fluida e senza precedenti, il rinvio è diventata l'unica via percorribile». In precedenza erano state rinviate anche le altre 2 partite dell'ultima giornata del torneo continentale, sia Italia-Inghilterra sia Francia-Irlanda. Non è ancora chiaro quando, e se, le partite verranno recuperate.

Fiaccola olimpica
Fermo del viaggio della fiaccola olimpica dalla Grecia al Giappone . «In seguito all'eccessivo assembramento del pubblico al passaggio della fiamma a Sparta - ha spiegato il Comitato olimpico greco - nonostante le raccomandazioni a non farlo, abbiamo preso la difficile decisione di interrompere la corsa sul territorio greco». Il Comitato precisa però che la torcia verrà consegnata alla delegazione giapponese, come previsto, il 19 marzo prossimo allo stadio Panathinaikon di Atene (che ospitò le prime olimpiadi moderne nel 1896), ma senza il pubblico. La fiamma era stata accesa il 12 marzo davanti a una folla molto ridotta a Olympia, come avviene tradizionalmente. La torcia avrebbe dovuto attraversare 31 città e 15 siti archeologici in Grecia, coprendo circa 3.200 km.

In Israele stop a tutti gli eventi
Il ministro della cultura e dello sport Miri Regev ha annunciato la sospensione di tutti gli avvenimenti sportivi in Israele fino a nuove notizie a causa dell'infezione da coronavirus. La decisione - hanno ricordato i media - segue quella già presa dal governo che riguarda la chiusura dei teatri, dei cinema, delle scuole e anche la proibizione di eventi con più di 100 persone sia al chiuso sia all'aperto.

Coppa America di vela in forse
World series dell'America's cup di fine aprile a Cagliari sempre più a rischio. Mentre si attende il responso ufficiale del Cor, il Comitato organizzatore dell'evento, New Zealand, il team vincitore della passata edizione, ha spiegato che «è abbastanza ovvio che la manifestazione di Cagliari non possa andare avanti». Le squadre stanno discutendo insieme sulle strategie da adottare in seguito all'emergenza coronavirus. Presto è atteso un formale annuncio. Anche i media neozelandesi parlano già di rinvio. Al di là dei punti di vista delle squadre sarà il Cor a dare il verdetto definitivo. Attualmente a Cagliari ci sono 2 squadre: Luna Rossa al molo Ichnusa e Ineos al molo Sabaudo. Gli allenamenti vanno avanti regolarmente anche nel quartier generale di Britannia. Lì si lavora per le World series, ma soprattutto si pensa alla finale di Auckland nel 2021.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti