ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAuto per le flotte

Non solo suv, con la Serie 3 Bmw rilancia la wagon

Il restyling

di Simonluca Pini

Aggiornamento. All'esterno, la Serie 3 mostra un leggero make-up. Maggiori novità all'interno con la nuova interfaccia utente con la plancia che esibisce due grandi display

2' di lettura

Non è un suv e non ha una versione elettrica. Sembra quasi impossibile nel 2022, dove la maggior parte delle novità è rappresentata da modelli a ruote alte e con una versione o proposte esclusivamente con powetrain elettrica. La rinnovata Bmw Serie 3 invece rappresenta al meglio il segmento delle station wagon medie e punta principalmente, almeno in Italia, su efficienti motorizzazioni a gasolio dalla leggera ibridizzazione ma dalle ottime prestazioni a fronte di bassi consumi ed emissioni. E per questo si candida, nuovamente, ad aver un ruolo di primo piano nell’ambito delle flotte aziendali dove il binomio gasolio e familiare è sempre attuale, anche in piena era di transizione energetica e di suv-mania.il restyling di metà carriera della Serie 3 ha portato aggiornamenti mirati al design del frontale e del posteriore ma soprattutto a bordo ora è presente il grande display curvo da cui gestire il sistema multimediale Operating System 8. Tra le novità l’addio al cambio manuale, lasciando spazio alla trasmissione di serie Steptronic a otto rapporti con palette al volante e una leva selettrice di nuova generazione. Esternamente i contorni leggermente modificati e le nuove doppie barre rendono la griglia a doppio rene più importante rispetto al passato ma senza esagerazioni viste in casa Bmw. I fari full led sono di serie mentre i proiettori adattivi a led sono disponibili come optional e si riconoscono per i dettagli blu all’interno delle loro coperture.

La Serie 3 berlina può essere ordinata in tre varianti ibride plug-in e Touring in quattro varianti. Inoltre, sia per la berlina che per la Touring sono disponibili quattro motori a benzina e quattro motori diesel a quattro o sei cilindri.

Loading...

Provata in versione Touring 320d, salendo a bordo si viene accolti da interni profondamente rinnovati, a partire dal Curved Display montato di serie composto da uno schermo da 12,3 pollici dietro il volante e un display touch da 14,9” a centro plancia. Anche la leva del cambio Steptronic a otto rapporti ha un nuovo design, posizionata nel pannello di controllo sulla console centrale insieme al pulsante Start/Stop, all’iDrive Controller, ai pulsanti del Driving Experience Control, al freno di stazionamento e ad altre funzioni del veicolo. Il climatizzatore automatico con regolazione a tre zone è di serie.

Le funzioni climatiche vengono gestite tramite comando vocale o con il touch tramite il display di controllo. Su strada la wagon tedesca, spinta dal quattro cilindri turbodiesel da 190 cavalli, conquista per il perfetto bilanciamento tra piacere di guida e capacità di macinare migliaia di chilometri quotidianamente. Come tradizione lo sterzo rimane un riferimento e lo spazio disponibile non fa rimpiangere un suv. Prezzi a partire da 45.550 euro per la berlina e 46.550 euro per la Touring, che superano i 55 mila per la versione provata.

Le versioni plug-in partono da oltre 54mila euro per la 320e berlina da 204 cavalli e si superano di slancio i 68mila euro per la 330e Touring XDrive da 292 CV M Sport.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti