nubifragio a milano

Maltempo nel Nord Italia: treni fermi sulla Genova-Torino e sulla Genova-Milano

Lombardia, Piemonte e Liguria battuti dall piogge. Sotto osservazione Seveso e Lambro, disagi ai pendolari. Allagamenti nel Savonese


Maltempo, allerta arancione in Liguria

3' di lettura

Nord Italia nella morsa del maltempo, con punte di criticità dalla Liguria alla Lombardia. La circolazione ferroviaria è sospesa sulla linea ferroviaria tra Genova e Milano e di quella tra Genova e Torino. Al momento non ci sono previsioni di riattivazione della linea ferroviaria danneggiata dagli allagamenti. Per questo né per la serata né per domani mattina è prevista la ripresa dei servizi ferroviari tra Genova-Milano e Genova-Torino e Genova-Vada. È quanto rendono noto le Ferrovie. Alcuni treni rimasti bloccati sono stati costretti a tornare indietro. Distribuiti kit di soccorso e allertata la protezione civile.

Il nubifragio della scorsa notte ha provocato grossi disagi a Milano, con gran parte della città allagata. Il fiume Seveso è vicino all’esondazione - è alla cosiddetta «soglia di attesa 2» - con diverse zone a rischio, in particolare la 2 e la 9: i quartieri Isola, viale Zara e piazzale Istria. Moltissimi gli interventi dei vigili del fuoco e della polizia locale per sottopassi e scantinati allagati, mentre in tante strade e piazze si sono accumulati diversi centimetri di acqua.

Seveso e Lambro sotto osservazione
Oltre al Seveso, sotto osservazione anche il fiume Lambro, nella zona Nordest della città che però al momento non sembra destare preoccupazione. A causa del maltempo le strade sono molto trafficate - più dei soliti giorni e del lunedì quando vi è la piena ripresa del lavoro - e si sono sono formate lunghe code di macchine in più punti del capoluogo. Tra i disagi per i passeggeri e gli studenti anche la temporanea interruzione di una tratto della seconda linea metropolitana, la Verde, ma non per la pioggia. Un treno ha avuto problemi alla stazione Gioia e, dalle 7.20 alle 7.55, la circolazione è stata bloccata fra le stazioni di Caiazzo e Cadorna. Tutto però è poi rapidamente tornato alla normalità.

Italia nella morsa del maltempo: da Milano alla Liguria

Italia nella morsa del maltempo: da Milano alla Liguria

Photogallery20 foto

Visualizza

Situazione critica in Piemonte
Il maltempo non dà tregua al Piemonte. Nelle ultime 12 ore Arpa, l’Agenzia regionale per la Protezione Ambientale, ha registrato fino a 110 millimetri di pioggia nel Verbano, 90 millimetri nell’alto Vercellese e valori tra 40 e 60 millimetri nelle altre zone lungo l’arco alpino. Hanno raggiunto valori significativi, prossimi ai livelli di guardia, i corsi d’acqua nella zona al confine con la Liguria e, in particolare, i due rami della Bormida. Livelli di guardia, nella parte settentrionale della regione, anche per lo Strona e il San Bernardino nel Verbano, il Sesia nel Vercellese e il Sessera nel Biellese.

GUARDA IL VIDEO. Allerta arancione in Liguria

Allagamenti nel Savonese
È stata declassata da rossa ad arancione l’allerta meteo in corso nel centro della Liguria dalle 13 fino alla mezzanotte di lunedì 21 ottobre. Lo ha annunciato il governatore Giovanni Toti a Genova durante il punto nel centro operativo della Protezione civile. L’allerta diventa arancione nel Genovesato e nel Savonese e si conferma arancione nelle valli Scrivia, Aveto e Trebbia. Dalla mezzanotte sarà ulteriormente declassata a gialla. Martedì probabilmente scuole aperte a Genova e Savona. «Il fronte di perturbazione violento sta navigando in mare davanti a Genova, nel pomeriggio arriverà nel capoluogo ligure», spiega Toti. «Sono possibili precipitazioni violente, non abbassiamo la guardia. Nelle prossime 8-10 ore - ha ribadito - sono possibili fenomeni violenti. Qualche frana e numerosi allagamenti si sono verificati negli ultimi giorni nel Savonese, una delle province più colpite dalla perturbazione in corso dalle prime luci dell’alba nel ponente ligure. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco. A Laigueglia si sono verificati alcuni allagamenti così come in tutto il ponente savonese, soprattutto nella zona di Alassio, Albenga, Borghetto e Loano. A Savona caduti alcuni alberi, mentre i rii San Rocco a Ceriale e Fasceo a Albenga sono esondati ma presto rientrati negli argini. Allagamenti anche nell’Imperiese: a Oneglia si è allagato anche qualche ufficio a piano terra del tribunale dove stanno lavorando i vigili del fuoco con le idrovore. Verso le 7, i pompieri sono dovuti intervenire anche negli uffici postali di via Spontone, chiudendone una parte, per il crollo di calcinacci dal controsoffitto dovuto probabilmente a infiltrazioni d’acqua.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...