Con Il Sole 24 Ore venerdì 29 novembre il Rapporto Nordest

Nordest laboratorio per lo sviluppo ecosostenibile

Il Nordest costituisce un'area laboratorio per lo sviluppo ecosostenibile e le energie pulite con particolare riguardo per l'idrogeno

2' di lettura

Il Nordest costituisce un'area laboratorio per lo sviluppo ecosostenibile e le energie pulite con particolare riguardo per l'idrogeno, come racconta il Rapporto Nordest in edicola con Il Sole 24 Ore venerdì 29 novembre: all'interno, un viaggio nel grande polo produttivo di Marghera a Venezia, dove l'Eni ha realizzato il polo dell'idrogeno all'interno del complesso petrolchimico e della bioraffineria. Venezia è dunque al centro di un sistema idrogeno che vede come protagonista l'Autobrennero, che ha già iniziato a investire sulle energie pulite realizzando una rete di centraline di rifornimento a idrogeno con l'obiettivo di diventare un'arteria di mobilità a emissioni zero.

Sempre in tema ambientale il Rapporto Nordest del Sole 24 Ore traccia un bilancio del dopo Vaia a un anno dal disastro meteorologico che ha devastato migliaia di ettari di bosco. Tante le iniziative per il riutilizzo del legno – dagli strumenti musicali alle attrezzature turistiche – anche se una buona parte del legname giace ancora inutilizzato. Difesa dell'ambiente e innovazione tecnologica costituiscono poi il binomio chiave per la montagna. Quest'anno la stagione sciistica si apre sotto il segno dell'hi tech e delle numerose start up che hanno puntato sull'innovazione tecnologica lungo le piste per migliorarne la fruibilità, l'innevamento e il controllo sul rischio valanghe, mentre Cortina si prepara ai Mondiali del 2021.

Loading...

L'innovazione tecnologica ha guidato la crescita della Stevanato di Piombino Dese (Padova). Dalla Soffieria Stella degli Anni Quaranta è nata una multinazionale familiare che oggi fa rotta sugli Stati Uniti, fattura oltre 500 milioni di euro e conta su 14 impianti produttivi ad alta specializzazione per l'industria farmaceutica mondiale. Il cuore della Stevanato resta comunque a Nordest: in cantiere un pacchetto di investimenti da 140 milioni sullo stabilimento storico padovano per portare la produzione di siringhe a quota 350 milioni l'anno.

Il nordest grande esportatore di know how: è il caso della società di consulenza Considi di Vicenza che si appresta a promuovere in Arabia Saudita i nuovi investimenti modello industria 4.0 nell'area del Kacst, la cittadella delle ricerche tecnologiche a nord di Riyad dedicata a King Abdulaziz.

Apertura ai mercati mondiali, ma anche forti legami con il territorio. Sul Sole 24 Ore Nordest i piani di Fondazione Cariverona, che ha dovuto ridurre il pacchetto di erogazioni a 60 milioni nei prossimi tre anni, rilanciando però il legame storico con l'area e la promozione delle iniziative di tipo imprenditoriale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti