Norme & Tributi

Dodici progetti a guida italiana

  • Abbonati
  • Accedi
Diritto

Dodici progetti a guida italiana

Sono stati resi noti i risultati del primo invito a presentare progetti nell’ambito del Programma Interreg Europe, chiuso il 31 luglio scorso: dei 261 progetti candidati dai trenta Paesi partecipanti al programma ne sono stati approvati 64 di cui dodici vedono come leader partner enti italiani.

Per questo primo invito sono stati stanziati circa 107,5 milioni di euro in fondi Fesr, pari ad un terzo del budget complessivo del Programma, suddivisi tra i quattro Assi. Dei dodici progetti con capofila italiani due sono a leadership emiliano-romagnola.

Nello specifico la Dg Attività produttive, commercio e turismo della Regione Emilia-Romagna è alla guida del progetto Inkrease (Innovation and knowledge for regional actions and systems) e il Comune di Reggio Emilia è lead applicant di Compete in (Competitive territories through internationalisation: Smes competitiveness in globalised regions).

Dalla Regione Toscana provengono cinque progetti.

Un progetto è guidato dalla Regione Basilicata.

Altro capofila il Politecnico di Torino, e poi, Regione Marche, il Comune di Genova e la Provincia di Potenza.

Inoltre enti italiani sono partner di altri progetti, come ad esempio il territorio lombardo che risulta coinvolto in sette progetti valutati positivamente e altri quattro approvati vedono la partecipazione di un ente dell’Emilia-Romagna in qualità di partner: Città metropolitana di Bologna e Ervet sono coinvolti nel progetto Cesme (Circular economy for Smes), a leadership danese; Resolve (Sustainable mobility and the transition to a low-carbon retailing economy) ha come capofila i Paesi Bassi e include ancora il Comune di Reggio Emilia; la romagnola Delta 2000 partecipa a RuralGrowth - increasing competitiveness of Smes in the rural visitor economy sector”, presentato dall’Ungheria e infine Tris (Transition regions towards industrial symbiosis), guidato dal Regno Unito, vede coinvolta la Dg Ambiente della Regione Emilia-Romagna assieme ad Aster.

© RIPRODUZIONE RISERVATA