Norme & Tributi

Anche se il nuovo compagno va via niente assegno all’ex moglie che…

  • Abbonati
  • Accedi
cassazione

Anche se il nuovo compagno va via niente assegno all’ex moglie che conviveva

L'ex moglie che intraprende una convivenza con un nuovo compagno deve sapere che anche se questa finisce, non potrà più chiedere l'assegno di mantenimento all'ex marito. La Corte di cassazione, con la sentenza 19345, ricorda che l'instaurazione di una nuova famiglia di fatto scioglie per sempre qualunque connessione con il tenore e il modello di vita che caratterizzavano la precedente fase di convivenza matrimoniale.

L'ex coniuge è dunque libero da ogni obbligo di versare l'assegno di mantenimento alla sua ex signora. Inutilmente la ricorrente fa presente ai giudici che non poteva più contare sul contributo del convivente perché lui aveva preso un'altra strada.

Per la Suprema corte, la formazione di una famiglia di fatto - tutelata dall'articolo 2 della Costituzione, come formazione stabile e duratura in cui si svolge la personalità dell'individuo – è espressione di una scelta esistenziale, libera e consapevole. E certamente deve rientrare nella consapevolezza il rischio che l'amore finisca. Tra gli eventuali rimpianti può rientrare anche la predita del diritto all'assegno di mantenimento: l'ex coniuge è, infatti, libero per sempre da “ogni residua solidarietà post-matrimoniale”.

© Riproduzione riservata