Norme & Tributi

1/5 Compensazioni: gli obblighi per le partite Iva

  • Abbonati
  • Accedi
    IL TAX DAY DEL 30 GIUGNO

    Fisco, le trappole per chi ha un credito da compensare

    Si avvicina la scadenza del 30 giugno per il versamento delle imposte sui redditi (e non solo) ma anche delle sostitutive come la cedolare secca. Uno slalom tra regole diverse per chi vuole utilizzare un credito in compensazione e molto dipende da se si ha o meno una partita Iva

    1/5 Compensazioni: gli obblighi per le partite Iva

    Chi ha una partita Iva è obbligato a utilizzare solo i servizi messi a disposizione dall'agenzia delle Entrate («F24 web» , «F24 online», «F24 cumulativo» e «F24 addebito unico») per compensare, per qualsiasi importo, crediti Iva annuali/infrannuali, crediti relativi alle imposte sui redditi e alle relative addizionali, alle ritenute alla fonte, alle imposte sostitutive delle imposte sul reddito, all'Irap e crediti d'imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.

    © Riproduzione riservata