Norme & Tributi

Nota dei giudici (saltato) contro l’emendamento (saltato)…

  • Abbonati
  • Accedi
legge di bilancio

Nota dei giudici (saltato) contro l’emendamento (saltato) accorcia-processi

  • – della redazione Norme

L'emendamento alla legge di bilancio sulla riforma del processo civile, ripresentato in Parlamento, è inaccettabile sia nel merito, sia nel metodo”. Lo afferma in una nota il presidente dell'Associazione nazionale magistrati, Eugenio Albamonte.

«Riteniamo che, nonostante i buoni propositi, conclamati sin dall'inizio della legislatura, una materia così delicata e fondamentale per il sistema giustizia non possa essere trattata in questo modo, né possa essere inserita in un provvedimento di ben altra natura. Tra l’altro, lo stesso emendamento era stato già bocciato, sia dalla magistratura sia dall'avvocatura, ma, nonostante ciò, è riapparso senza aver avuto altre interlocuzioni e senza intermediazioni. Ribadiamo: le regole del processo non sono un inutile impedimento, ma contribuiscono alla decisione del giudice, pertanto potrebbe essere un errore fatale accorciare i tempi del processo in questo modo».

Ma l’emendamento non è stato ripresentato
“Sono almeno 2mila gli emendamenti alla manovra che non hanno superato il vaglio di ammissibilità”: lo riferisce il presidente della commissione Bilancio e relatore al ddl Francesco Boccia. In totale, erano quasi 6mila le proposte di modifica presentate dai gruppi parlamentari e fra le proposte che vengono tagliate fuori per ragioni di estraneità di materia o per ragioni di copertura ci sono “la riforma della governance Inps - spiega Boccia - i vitalizi, le norme sulla giustizia civile e penale e quelle riguardanti il Coni”.

© Riproduzione riservata