Norme & Tributi

L’Esperto risponde: il sito e-commerce non è responsabile…

  • Abbonati
  • Accedi
il quesito del lunedì

L’Esperto risponde: il sito e-commerce non è responsabile delle truffe agli acquirenti

Il quesito. Ho subìto una frode online su eBay. Dopo aver partecipato e vinto un’asta sul web, ho effettuato un pagamento con bonifico, indicato come “garantito” dalla pagina dell’asta. Alcuni giorni dopo, eBay mi ha scritto una mail segnalando che avevo comprato un oggetto su un account che era stato contraffatto da un hacker. Poco dopo, hanno cancellato l’annuncio online.
La piattaforma mi ha comunicato che non risponderà, visto che il pagamento non è stato effettuato con PayPal. Ho replicato che in realtà sono stato truffato e che la responsabilità per la mancata sicurezza sul sito sarebbe della stessa piattaforma. Risultato: nessuno. Anche la banca e la polizia mi hanno confermato che non si può fare nulla. A questo punto, come potrei procedere?
E.T. -Basiglio

La risposta. Il caso indicato dal lettore è una delle ipotesi più subdole di truffa online, per la quale ci sono ben pochi rimedi a disposizione. In genere, il gestore del sito di e–commerce non è responsabile degli illeciti compiuti dagli utenti, a meno che si provi che ne fosse a conoscenza o non abbia posto in essere i normali accorgimenti per impedirli. Nel caso in cui la truffa sia realizzata attraverso l’hackeraggio di account altrui non vi sono molte possibilità di ottenere dei risarcimenti da parte del gestore, né da parte del titolare dell’account illecitamente utilizzato, essendo di fatto necessario individuare – tramite indagini di polizia – il reale responsabile dell’illecito, per poter agire nei suoi confronti.
La tutela più efficace, quindi, è quella preventiva, che può consistere nell’utilizzo di sistemi di pagamento particolari come PayPal. Con questo sistema, infatti, quando l’utente paga un altro, autorizza la società PayPal a trasferire moneta elettronica dal proprio saldo al conto del destinatario, rendendosi così parte attiva e responsabile del pagamento, a fronte, ovviamente, di una minima commissione.

Il quesito è tratto dall’inserto L’Esperto risponde, in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 5 febbraio.

Clicca qui per consultare i quesiti e i pareri degli autori nell’archivio dell’Esperto risponde. Non trovi la risposta al tuo caso? Clicca qui per inviare una nuova domanda agli esperti.

Se stai leggendo questo articolo da un dispositivo mobile, collegati al sito www.ilsole24ore.com/espertorisponde

© Riproduzione riservata