Norme & Tributi

Detrazione per figli a carico? Tutta al genitore che non è…

  • Abbonati
  • Accedi
il quesito del lunedì

Detrazione per figli a carico? Tutta al genitore che non è forfettario, anche se ha un reddito più basso

Il quesito.Mio marito è un contribuente che aderisce al regime forfettario, mentre io sono una lavoratrice dipendente. Abbiamo due bambini a carico. Posso fruire al 100% della detrazione per i figli a carico, indipendentemente dal fatto che abbia o meno il reddito più alto?
L.T. - Torino

La risposta. La problematica illustrata nel quesito non è stata ancora oggetto di espliciti chiarimenti. La legge di Stabilità 2015 (articolo 1, comma 75, legge 190/2014) prevede – in deroga al principio generale – che il reddito determinato in regime forfettario sia rilevante ai fini del riconoscimento (o meno) dello status di familiare “fiscalmente a carico” e delle conseguenti detrazioni per carichi di famiglia a favore del contribuente.

Poiché si fa riferimento esclusivo a questo tipo di agevolazioni, cioè per carichi di famiglia (ex comma 2 dell’articolo 12 del Tuir, Dpr 917/86), il reddito forfettario rileva soltanto per misurare tale condizione, e non appare utilizzabile per parametrare e verificare altre condizioni previste dalla legge.

Si ritiene, dunque, che il reddito conseguito in regime di vantaggio, per quanto finora valutato, non debba essere tenuto in considerazione (anche) ai fini del confronto e dell’individuazione del reddito complessivo più elevato di ciascun genitore, per l’attribuzione dell’intera detrazione di cui all’articolo 12 citato in precedenza.

D’altra parte, se così non fosse, potrebbe risultare ingiustamente vanificata la possibilità, per il nucleo familiare, di conseguire il beneficio fiscale in misura piena. Evenienza che il legislatore – con questa particolare disposizione della legge di Stabilità 2015 – ha inteso scongiurare: così come viene ricordato dall’agenzia delle Entrate nella circolare 15/E/2007, al paragrafo 1.4.4.

Il quesito è tratto dall’inserto «l’esperto risponde», in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 25 giugno.

Consulta l’esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti.

È disponibile la nuova app del Sole 24 Ore scaricabile gratuitamente da Apple Storeo Google Play

© Riproduzione riservata