Norme & Tributi

Come è cambiata la giurisprudenza

  • Abbonati
  • Accedi
scheda

Come è cambiata la giurisprudenza

(Marka)
(Marka)

1

Nel 2009 la Cassazione inaugura l'orientamento giurisprudenziale per il quale, ai fini del bonus fiscale, ha rilevanza l'inidoneità della casa preposseduta: il contribuente che è proprietario nel medesimo Comune di una casa non idonea all'uso abitativo può comprare una casa con l'agevolazione “prima casa”

Cassazione 18128/2009 e 100/2010

2

La tesi della Cassazione - che spunta dopo 15 anni in cui il problema non si era più posto - viene avallata dalla Corte costituzionale: il fatto di possedere una casa inidonea all'uso abitativo in un dato Comune non ostacola l'acquisto agevolato di un'altra casa nel medesimo Comune

Corte costituzionale 203/2011

3

L'orientamento di Cassazione 18128/2009 e 100/2010 si consolida nella giurisprudenza di legittimità e di merito

Cassazione 3921/2014 e 21289/2014; Ctp Alessandria 22/2010, Ctp Matera 810/2011; Ctr Puglia 134/2013 e Ctr Lombardia 2970/2014 e 4272/2015

4

La Cassazione inverte la sua giurisprudenza: la inidoneità della casa già posseduta non conta. Chi è proprietario di una casa nel medesimo Comune, idonea o inidonea all'uso abitativo, non può avvalersi dell'agevolazione “prima casa”

Cassazione 25646/2015, 25521/2016, 14740/2017, 19255/2017

5

Contemporaneamente la Cassazione emana una giurisprudenza contrastante ove si afferma che la titolarità di un'abitazione inidonea non impedisce un nuovo acquisto agevolato nel medesimo Comune

Cassazione 2278/2016 e 27376/2017

6

Ulteriore svolta della Cassazione:

la proprietà di una abitazione nel medesimo Comune impedisce l'agevolazione “prima casa” solo se si tratta del prepossesso di una casa idonea all'uso abitativo;

il prepossesso di una casa acquistata con l'agevolazione (ovunque essa sia ubicata) impedisce in ogni caso l'avvalimento dell'agevolazione;

l'inidoneità può essere sia soggettiva (in relazione al contribuente) che oggettiva (in relazione all'edificio)

Cassazione 2565/2018

7

È rilevante solo l'inidoneità oggettiva della casa preposseduta; nel caso di inidoneità soggettiva, il contribuente non si può avvalere dell'agevolazione “prima casa”

Cassazione 8429/2018

8

Punto finale: rilevano sia l'inidoneità soggettiva che oggettiva: in entrambi i casi il possesso di un'abitazione nello stesso Comune non impedisce l'agevolazione. E' rilevante anche l'inidoneità “giuridica” (ad esempio, non è impedito il ricorso all'agevolazione a chi abbia la proprietà di una casa nel medesimo Comune, affittata ad altri)

Cassazione 19989/2018

© Riproduzione riservata