Norme & Tributi

Modello 730, occhio agli errori: la guida rapida per rimediare

  • Abbonati
  • Accedi
l’ANTEPRIMA DEL SOLE DEL LUNEDì

Modello 730, occhio agli errori: la guida rapida per rimediare

È tempo di esami di riparazione con il Fisco. I contribuenti che hanno trasmesso il 730/2018 (e che si sono accorti di qualche sbaglio) sono ora chiamati all'appello dal calendario, che offre la chance di rimediare alle sviste senza far precipitare la posizione fiscale. Le date chiave sono due. Da una parte, entro il 25 ottobre si può presentare agli intermediari il 730 integrativo a favore. Attenzione, quindi: è una via percorribile solo rivolgendosi a Caf e professionisti. Dall'altra, entro il 31 ottobresi può inviare il modello Redditi Pf 2018. E se si mancano entrambe queste date? A quel punto bisognerà procedere con un modello Redditi Pf integrativo. Nel caso di correzioni a sfavore, il contribuente dovrà effettuare il ravvedimento operoso, versando sanzioni tanto più ridotte quanto più tempestiva sarà la correzione. Nel caso di correzioni a favore, maturerà un credito d'imposta che potrà essere subito usato in compensazione o chiesto a rimborso solo se si interviene entro il termine di invio della dichiarazione dell'anno successivo (quindi fine ottobre 2019). A tutti questi aspetti è dedicata la guida rapida dell'esperto risponde: una panoramica sulle procedure, con i casi risolti e con l'indicazione di che cosa fare per non incorrere nel contenzioso dopo le segnalazioni di anomalie da parte del Fisco.

Affitti, perché il negozio rende meno delle case
Sono oltre 770mila i negozi di proprietà di privati che non risultano affittati. In pratica, secondo le ultime statistiche ufficiali, uno su due è sfitto, privo di utenze, dato in prestito gratuito o usato come garage o magazzino. Ed è questo il bacino cui si rivolge la proposta del Governo di introdurre dal 2019 una cedolare secca sui redditi da locazione degli immobili commerciali. Tra calo dei canoni e peso del prelievo ordinario, oggi in molti quartieri delle città italiane l'affitto di un negozio rende meno rispetto a quello di una casa, come emerge dalle elaborazioni del Sole 24 Ore del lunedì per 11 città.

I compensi dei professionisti e il Fisco: vademecum in tre puntate
Tra le novità della manovra potrebbe esserci anche una nuova flat tax per i professionisti. O meglio l'aumento - forse fino a 100mila euro - della soglia dei compensi per rientrare, a determinati requisiti nel regime fiscale forfetario. In attesa di conoscere i dettagli e le condizioni della flat tax, il professionista può ricapitolare cosa esattamente rientri nella definizione di compenso, dal punto di vista fiscale e cosa no. I compensi sono le entrate tipiche che caratterizzano le attività professionali, l'equivalente nel caso delle imprese sono i ricavi. La sezione settimanale “.professioni” del Sole 24 Ore propone al lunedì una serie di tre puntate sui compensi dei professionisti al vaglio del Fisco.

© Riproduzione riservata