Norme & Tributi

Sardegna, gli alloggi ex militari al Comune

  • Abbonati
  • Accedi
la maddalena

Sardegna, gli alloggi ex militari al Comune

I giorni scorsi è stato stipulato il contratto di cessione di 155 immobili della Marina Militare dalla Regione Sardegna al Comune di La Maddalena al prezzo simbolico di un euro. L'atto, alla presenza di un notaio, è stato siglato nella sede di rappresentanza della Regione a Roma e chiude un percorso iniziato nel 2004, quando è iniziato il percorso di dismissione delle aree militari nell'isola di La Maddalena. Successivamente c'è stata la sottoscrizione di un primo accordo nel 2008 e poi un secondo nel 2013.

Quando è stato siglato l'Accordo di programma Stato-Regione. Un atto che ha portato anche all'assegnazione al Comune di La Maddalena delle risorse (pari a 2,5 milioni di euro) per i lavori di urbanizzazione delle aree in cui ricadono gli immobili. Nei mesi scorsi l'Assessorato degli Enti locali aveva provveduto alla ricognizione di tutti i beni da cedere. Siglato il passaggio, ora si guarda al futuro seguendo la prospettiva di uno sviluppo turistico che guarda alla valorizzazione del patrimonio esistente, in parte proveniente dal periodo militare. Per quanto riguarda le 155 abitazioni cedute, come chiarisce l'assessore regionale agli Enti locali Cristiano Erriu :“Si tratta di case abitate da decenni” e altri edifici che potranno essere utilizzati dall'amministrazione comunale per scopi e iniziative pubbliche.

Per gli storici inquilini però ci sarà anche la possibilità di un'acquisizione al valore di mercato degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. “Gli attuali residenti potranno acquistarle, grazie a una norma approvata con la Finanziaria 2018 in corso di pubblicazione sul Buras – argomenta Erriu -, sulla base della normativa prevista per l'edilizia residenziale pubblica. Anche in questo caso, la Regione si è mossa nell'interesse degli enti locali e della collettività, mettendo a frutto le dismissioni statali recenti e passate”. Non è tutto. Da parte dell'amministrazione regionale, inoltre sono stati portati avanti anche gli altri atti normativi che riguardano la valorizzazione del patrimonio esistente. “Nel Comune di La Maddalena – conclude Erriu - abbiamo voluto procedere, senza indugi o ritardi, a spronare l'Amministrazione comunale ad adottare la variante che consentirà il rilancio turistico-ambientale dell'importante patrimonio pubblico che insiste sull'isola di Caprera. Mi riferisco all'ex ClubMed e al compendio ex militare di Punta Rossa”.

© Riproduzione riservata