Norme & Tributi

Condominio, il vicino vìola le regole? È lecito fotografarlo…

  • Abbonati
  • Accedi
il quesito del lunedì

Condominio, il vicino vìola le regole? È lecito fotografarlo «in flagrante»

Il quesito.In un condominio dove è vietato sbattere i tappeti dai poggioli, è lecito fotografare un condomino che vìola la regola e passare la fotografia all'amministratore (considerato che il responsabile nega di farlo), oppure ciò comporta una violazione della privacy? Senza la prova fotografica – proprio perché il condomino nega di sbattere i tappeti – l'amministratore non può agire per far cessare il comportamento (mentre nel poggiolo sottostante si continua a ricevere polvere). N.F - Torino

La risposta. In base alle disposizioni di cui all’articolo 24 del Codice della privacy, Dlgs 196/2003, non modificate dal Regolamento europeo, il consenso al trattamento dei dati personali non è richiesto quando tali dati siano necessari «per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria, sempre che i dati siano trattati esclusivamente per tali finalità e per il periodo strettamente necessario al loro perseguimento».
Il principio opera anche in materia di videosorveglianza ed è applicabile al caso del lettore, posto che la fotografia è stata scattata al fine di far cessare – anche in sede giudiziale – la violazione di un diritto individuale del condominio. Resta peraltro fermo il divieto della diffusione della fotografia presso terzi non condòmini.

Il quesito è tratto dall’inserto L’Esperto risponde, in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 8 aprile 2019.

Consulta L’Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti.

È disponibile l’ app del Sole 24 Ore scaricabile gratuitamente da Apple Storeo Google Play

© Riproduzione riservata