Norme & Tributi

Dossier Dall’acconto del 1° luglio alla tardiva di dicembre tutte le tappe…

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 10 articoli Dichiarazioni24: il percorso con gli esperti del Sole 24 Ore per società e partite Iva

Dall’acconto del 1° luglio alla tardiva di dicembre tutte le tappe della stagione di «Redditi»

(Adobe Stock)
(Adobe Stock)

La stagione dichiarativa 2019 si apre lunedì 1° luglio, con l’appuntamento alla cassa per il primo acconto, per poi proseguire - di fatto - fino alla fine dell’anno. Dal pagamento delle imposte all’invio della dichiarazione all’agenzia delle Entrate, ecco il calendario delle principali scadenze del modello Redditi 2019.

1° luglio - Versamento (senza alcuna maggiorazione) del saldo e della prima rata (per i soggetti che hanno deciso di rateizzare) delle imposte e dei contributi per l’anno d’imposta 2018 ed il primo acconto 2019.

15 luglio - Ravvedimento sprint: termine ultimo entro il quale è possibile ravvedere gli omessi/carenti versamenti non effettuati entro il 1° luglio con mini sanzione allo 0,1% per ogni giorno di ritardo.

16 luglio - Versamento della seconda rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti titolari di partita Iva che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base delle dichiarazione 2019 senza alcuna maggiorazione con interessi dello 0,17%.

31 luglio - Versamento del saldo o della prima rata delle imposte e dei contributi per il 2018 e primo acconto 2019 con maggiorazione dello 0,40%. Entro la stessa data è possibile anche ravvedere gli omessi e carenti versamenti non effettuati entro il 1° luglio con sanzione ridotta all’1,5% (ovvero 1/10 del 15%).

20 agosto - Si sovrappongono diverse scadenze. Versamento della:
• terza da rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base della dichiarazione 2019 senza alcuna maggiorazione, con interessi dello 0,5%;

• seconda rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base delle dichiarazione 2019, con maggiorazione 0,40% e con interessi dello 0,18%.

16 settembre - Versamento della:
• quarta rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base della dichiarazione 2019 senza alcuna maggiorazione con interessi dello 0,83%;

• terza rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base delle dichiarazione 2019 con maggiorazione 0,40% e con interessi dello 0,51%.

29 settembre - Scadono i 90 giorni, rispetto alla data del 1° luglio, entro i quali è possibile per gli omessi e carenti versamenti beneficiare della sanzione ridotta al 15%. In caso di ravvedimento effettuato entro la data odierna, la sanzione dovuta è dell’1,67% (ovvero 1/9 del 15%).

16 ottobre - Deve essere effettuato il versamento della:
• quinta rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base delle dichiarazione 2019 senza alcuna maggiorazione con interessi dell’1,16%;

• quarta rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base delle dichiarazione 2019 con maggiorazione 0,40% e con interessi dello 0,84%.

18 novembre -Versamento della:
• sesta da rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base delle dichiarazione 2019 senza alcuna maggiorazione con interessi dello 1,49%;

• quinta rata delle imposte e dei contributi a saldo 2018 e primo acconto 2019 da parte dei soggetti che hanno deciso di rateizzare le somme dovute sulla base delle dichiarazione 2019 con maggiorazione 0,40% e con interessi dello 1,17%.

30 settembre - Termine ultimo per l’invio della dichiarazione modello Redditi 2019, Irap e dei modelli Isa allegati al modello Redditi.

30 novembre - Versamento in unica soluzione della seconda (o unica) rata di acconto delle imposte e contributi per l’anno 2019.

29 dicembre - Termine ultimo per l’invio della dichiarazione “tardiva” relativo ai modelli non inviati entro la scadenza del 30 settembre 2019. Entro il medesimo termine, per il tramite del ravvedimento operoso (dichiarazioni integrative) è possibile correggere gli errori commessi nelle dichiarazioni presentate, facendo riferimento (per il ravvedimento) alla sanzione per omessi/carenti versamenti del 30%, a prescindere dal fatto che gli errori commessi siano rilevabili o meno in sede di controllo formale delle dichiarazioni stesse.

© Riproduzione riservata