Norme & Tributi

  • Abbonati
  • Accedi
Fisco

Fatturazione differita (formato elettronico)

  • –Scadenziario



Adempimento:
Termine ultimo per l'emissione e la registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese precedente e risultanti da documenti di accompagnamento. La registrazione deve avvenire con riferimento al mese di effettuazione.
L'Agenzia delle Entrate nella guida alla E-fattura specifica che: "Dal punto di vista operativo, questa disposizione può consentire all'utente di avere più tempo per predisporre e trasmettere al SdI la fattura elettronica, fermo restando l'obbligo di rilasciare al cliente - al momento dell'operazione - un documento di trasporto o altro documento equipollente anche su carta"

Soggetti:
Sono tenuti all'adempimento imprese ed esercenti arti e professioni soggetti ad IVA

Modalità:
Registro delle vendite o dei corrispettivi. La fattura deve anche contenere l'indicazione della data e del numero dei documenti cui si riferisce. Per tutte le cessioni e prestazioni di servizi effettuate nel mese precedente fra gli stessi soggetti è possibile emettere una sola fattura riepilogativa

Normativa di riferimento:
- D.P.R. 14/08/1996, n. 472, art. 1;
- Circolare 19/10/2005, n. 45/E;
- Risoluzione 15/11/2004, n. 135/E;
- Risoluzione 07/03/2002, n. 78/E

Sanzioni:
Sanzione amministrativa:
- violazione obblighi di fatturazione/registrazione per operazioni imponibili: sanzione dal 100% al 200% dell'Iva relativa al corrispettivo non documentato/registrato con un minimo di euro 516;
- violazione obblighi di fatturazione/registrazione per operazioni non imponibili o esenti: sanzione dal 5% al 100% dei corrispettivi non documentati/registrati con un minimo di euro 516;
- registrazione con indicazione di un'imposta inferiore a quella dovuta: sanzione dal 100% al 200% dell'imposta non documentata, con un minimo di euro 516;
- omesso o insufficiente versamento periodico: sanzione pari al 30% dell'importo non versato.
Sanzione penale:
- emissione di fatture per operazioni inesistenti: reclusione da 1 e 6 mesi a 6 anni. Se l'importo è inferiore a euro 154.937,07 per periodo d'imposta, si applica la reclusione da 6 mesi a 2 anni

Riferimenti normativi sanzioni:
- D.Lgs. 18/12/1997, n. 471, art. 6;
- D.Lgs. 10/03/2000, n. 74, art. 8


Decreto del Presidente della Repubblica 26/10/1972, n. 633
Istituzione e disciplina dell'imposta sul valore aggiunto. [TU IVA]
Articolo 21 - Fatturazione delle operazioni
Articolo 23 - Registrazione delle fatture
Decreto legislativo 18/12/1997, n. 471
Riforma delle sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposta sul valore aggiunto e di riscossione dei tributi, a norma dell'articolo 3, comma 133, lettera q), della legge 23 dicembre 1996, n. 662.
Articolo 6 - Violazione degli obblighi relativi alla documentazione, registrazione ed individuazione delle operazioni soggette all'imposta sul valore aggiunto
Decreto del Presidente della Repubblica 14/08/1996, n. 472
Regolamento di attuazione delle disposizioni contenute nell'art. 3, comma 147 lettera d), della legge 28 dicembre 1995, n.549, relativamente alla soppressione dell'obbligo della bolla di accompagnamento delle merci viaggianti
Articolo 1 - Regolamento di attuazione delle disposizioni contenute nell'art. 3, comma 147 lettera d), della legge 28 dicembre 1995, n.549
Legge 30/12/2004, n. 311
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005).
Articolo 1 - Comma 429-432 Agevolazioni contabili per la grande distribuzione
Decreto legislativo 10/03/2000, n. 74
Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, a norma dell'articolo 9 della legge 25 giugno 1999, n. 205.
Articolo 8 - Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti