I FILM DEL FINE SETTIMANA

«Notizie dal mondo», su Netflix un western con Tom Hanks

Tra le novità della settimana il film con Paul Greengrass e «Wonder Woman 1984»

di Andrea Chimento

default onloading pic

Tra le novità della settimana il film con Paul Greengrass e «Wonder Woman 1984»


3' di lettura

Quando esce un western firmato da registi importanti e con un cast di volti noti è sempre un evento: da questa settimana è su Netflix «Notizie dal mondo» di Paul Greengrass con Tom Hanks, film che si iscrive nella tradizione di un genere raramente prodotto nell'ambito del cinema contemporaneo.

I film del fine settimana

I film del fine settimana

Photogallery8 foto

Visualizza

Ambientato poco dopo la fine della Guerra civile americana, il film segue la storia del Capitano Jefferson Kidd, uomo dalle grandi capacità oratorie, che viaggia tra i villaggi del West leggendo i giornali e raccontando ciò che accade in giro per il mondo. Nel corso del suo peregrinare gli toccherà un compito non facile: riportare a casa dagli zii Johanna Leonberger, una ragazzina di dieci anni, rapita sei anni prima dalla tribù nativa dei Kiowa e cresciuta come una di loro.

Loading...

La trama, che prende spunto da un romanzo di Paulette Jiles, può ricordare classici come «Sentieri selvaggi» di John Ford, ma gli esiti sono naturalmente molto distanti da un capolavoro di quel calibro.

Belle immagini ma il ritmo è altalenante

Noto per aver diretto alcuni film importanti come «Bloody Sunday» e «United 93», Greengrass torna a lavorare con Hanks dopo «Captain Phillips» e firma un lungometraggio molto più convenzionale rispetto a quelli sopracitati. La messinscena è buona e diverse sequenze sono visivamente di alto livello, ma il film ha il fiato corto a causa di un ritmo altalenante e, ancor di più, di un andamento ripetitivo in cui si presentano situazioni molto simili sequenza dopo sequenza.Non mancano spunti significativi relativi alla solidarietà e all'accoglienza, ma ci si poteva aspettare di più da una produzione di questo tipo, anche e soprattutto visti i nomi coinvolti.

Hanks fa il suo dovere, ma non è certo al meglio, mentre colpisce per intensità la giovanissima Helena Zengel, scoperta in «System Crasher» di Nora Fingscheidt.

Lei mi parla ancora

Su Sky è invece è arrivato il nuovo lavoro di Pupi Avati, «Lei mi parla ancora», tratto dal libro omonimo di Giuseppe Sgarbi, padre di Elisabetta e Vittorio. Renato Pozzetto veste i panni del protagonista in questa pellicola che mette in scena un amore d'altri tempi, quello tra Nino e Caterina, coppia sposata da 65 anni. Tra i due è stato amore a prima vista e quando Caterina (interpretata da Stefania Sandrelli) viene a mancare a Nino cade il mondo addosso e niente sembra riuscire a risollevarlo.

Nella settimana di San Valentino, un film sentimentale, incentrato su un amore capace di sopravvivere anche alla morte: peccato che la messinscena sia scolastica e molti passaggi narrativi troppo didascalici.I momenti relativi al passato della coppia, in particolare, sono realizzati in maniera approssimativa e non riescono a emozionare.

Si salva la prova di Renato Pozzetto, ma per il resto c'è ben poco altro da segnalare positivamente.

Wonder Woman

1984Non ha aspettato la riapertura delle sale «Wonder Woman 1984», atteso nuovo film con protagonista l'eroina della DC Comics, arrivato on-demand questo weekend.Quattro anni dopo il successo del primo «Wonder Woman», la regista Patty Jenkins e l'attrice Gal Gadot tornano a collaborare in questo nuovo capitolo dedicato al (quasi) sempre fortunato cinema di supereroi.L'obiettivo commerciale è quello di sfruttare la sempre costante “moda di ritorno” degli anni 80, su cui il cinema e la televisione stanno investendo moltissimo da ormai qualche tempo: l'interesse per il gioco storico, però, dura poco e quello che ci si trova di fronte è un film lunghissimo e prolisso, carico di azione ed effetti speciali decisamente fini a se stessi, che non riescono a migliorare la (già scadente) qualità del primo lavoro.

Agli appassionati potranno forse bastare alcune sequenze divertenti, ma nel complesso è purtroppo un prodotto insufficiente.

L'ultimo Paradiso

Infine, una menzione per «L'ultimo Paradiso», altro film arrivato su Netflix, con protagonista Riccardo Scamarcio.L'attore veste i panni di un contadino dell'Italia degli anni Cinquanta, che lotta per migliorare le condizioni di lavoro. Le cose si complicano quando si innamora di Bianca, figlia di un proprietario terriero.A metà tra il dramma impegnato e il film sentimentale, «L'ultimo Paradiso» è un prodotto semplice ma capace di interessare. La vicenda è credibile e la regia di Rocco Ricciardulli è più che discreta, seppur il film sappia molto di già visto e riesca a coinvolgere solo fino a un certo punto. Resta comunque un prodotto meritevole di una visione, soprattutto per chi fosse interessato a riflettere sull'Italia dell'epoca.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti