House Ad
House Ad
 

Notizie Italia

Da Confindustria un sì condizionato

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 26 maggio 2010 alle ore 08:01.

Nicoletta Picchio
Giorgio Pogliotti
ROMA
Sì condizionato da Confindustria, Cisl e Uil sulla manovra, mentre dalla Cgil arriva una bocciatura senza riserve. Aspettano di leggere il testo le parti sociali, che ieri sono andate a Palazzo Chigi per incontrarsi con il governo. Ma intanto arrivano i primi commenti. «Il costo del lavoro per unità di prodotto e spesa pubblica sono cresciuti troppo in questi anni. Se la manovra va nella direzione di correzioni serie e strutturate e dà risposte nel supportare la produttività allora il giudizio può essere positivo», ha detto uscendo la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia.
La manovra, comunque, a suo parere è necessaria: «Si sono acuiti due problemi, gli attacchi all'euro e la crisi greca». Bene per la Marcegaglia la lotta all'evasione fiscale e ben venga una riduzione dei costi della politica: «Servono tagli veri. Se il governo chiede al Paese ulteriori sacrifici, servono per rendere credibile la manovra», ha concluso la presidente degli industriali.
Altro elemento positivo, sottolineato dal presidente della piccola industria di Confindustria, Vincenzo Boccia, che ha delega al credito, l'ipotesi nella manovra di una proroga della moratoria dei debiti per le pmi che scade il 30 giugno: «Può accelerare l'uscita dalla crisi».
Divisi i sindacati: un segno evidente si è avuto quando Gugliemo Epifani è sceso da solo in sala stampa: «È una manovra iniqua che auspichiamo venga cambiata in Parlamento – ha detto – a pagare sarebbero solo i lavoratori, non sono previsti interventi per l'occupazione». Mentre per i leader di Cisl e Uil, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, il sì alla manovra è condizionato al fatto che sappia coniugare rigore ed equità.
Al tavolo Epifani ha scelto di non intervenire – come per sottolineare che le decisioni erano già state prese negli incontri informali tra governo, Cisl e Uil – limitandosi a rivolgere una domanda al ministro del lavoro sulle finestre pensionistiche. Oggi Epifani annuncerà iniziative di mobilitazione, non è escluso il ricorso allo sciopero proposto dal sindacato della scuola. Quanto alla Cisl, Bonanni ha lanciato un monito al premier: «Berlusconi stia attento perchè questa è una prova importante, di responsabilità del suo governo verso i lavoratori e il paese». Bonanni ha giudicato positivamente la reintroduzione della tracciabilità per i pagamenti in contante e l'introduzione della fattura telematica che «faranno recuperare 10-15 miliardi di evasione». Sulla stessa linea Luigi Angeletti: «Che la manovra è necessaria lo dice l'Europa non c'è alternativa alla riduzione della spesa pubblica», ha detto confermando la disponibilità a «fare sacrifici purché siano tutti a pagare».

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Carlo Sangalli | CGIL | Cisl | Confindustria | Emma Marcegaglia | Gugliemo Epifani | Imprese | Italia | Luigi Angeletti | Possibilisti Bonanni | Raffaele Bonanni | Uil |

 

Positivo il giudizio di Rete imprese Italia: «Comprendiamo la necessità e l'urgenza – ha detto il presidente Carlo Sangalli – delle misure di contenimento della spesa pubblica. Condividiamo anche gli interventi per rendere sempre più efficace l'azione di contrasto e recupero dell'evasione».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da