Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 18 ottobre 2011 alle ore 22:47.

My24
Pazzini fa sognare l'Inter a Lille, il Napoli soffre ma ferma il Bayern (AFP Photo)Pazzini fa sognare l'Inter a Lille, il Napoli soffre ma ferma il Bayern (AFP Photo)

Un gol di Pazzini al 21' regala all'Inter la vittoria a Lille nella terza giornata della fase a gironi della Champions League e permette ai nerazzurri di balzare al comando solitario della classifica del gruppo B. Senza Samuel, Ranocchia e Coutinho, sotto gli occhi del presidente Moratti la squadra di Ranieri ha così riscattato la sconfitta rimediata a Catania in campionato e può guardare con maggiore ottimismo al futuro.

Una vittoria, quella dei nerazzurri, resa ancora più prestigiosa perchè ottenuta sul campo di una squadra mai perdente davanti al proprio pubblico nella fase a gironi. Zanetti, oggi festeggiato per le 100 presenze in Champions League, spinge come sempre la squadra nerazzurra, supportata dai rientri di Thiago Motta e Sneijder. L'avvio di gare è di studio e questa fase viene interrotta al 21' da un lampo interista che porta al gol del vantaggio. Sneijder lavora una bella palla che serve per Zarate che crossa dalla sinistra per l'accorrente Pazzini che al volo deposita in rete. Incolpevole il portiere nigeriano del Lille, Enyeamai, 29 anni, all'esordio con la maglia dei francesi dopo tre stagione con l'Apoel Tel Aviv. La reazione del Lille arriva 3' più tardi, ma la conclusione di Moussa Sow su suggerimento dell'ottimo Hazard si perde di pochissimo lontano dalla porta.

Alla ripresa dopo l'intervallo, il Lille è subito pericoloso ed al 5' va vicino al pareggio con un destro deviato ancora di Moussa Sow: bravo Julio Cesar nella doppia risposta con un colpo di reni. Il Lille insiste, Ranieri decide di dare più sostanza al centrocampo ed inserisce Obi per Zarate e poco dopo Stankovic per Sneijder. Julio Cesar è in serata e risponde da campione al neo entrato Payet al 21' mettendo in angolo un'insidiosa conclusione di sinistro ed al 32' uscendo tempestivamente su Moussa Sow. L'Inter si difende e si distende appena può, come al 27' quando Maicon serve Stankovic al limite ma il tiro del serbo è deviato in angolo dal portiere dei francesi. Il finale è tutto di marca francese, l'Inter soffre ma resiste e nei secondi finali è ancora Julio Cesar a salvare la sua porta e regalare tre punti ai nerazzurri.

Il Napoli soffre, ma ferma il Bayern e porta a casa un prezioso pareggio. Finisce 1-1 al San Paolo la sfida di Champions League contro i tedeschi. Dopo l'immediato vantaggio siglato da Kroos al 2', c'è al 39' l'autogol di Badstuber per l'1-1 degli azzurri. Ma l'eroe della serata è De Sanctis che, al 4' della ripresa, blocca il rigore calciato da Gomez e concesso per un inesistente mani di Cannavaro in area. Grande atmosfera al San Paolo (rovinata dalle aggressioni ai danni dei tifosi tedeschi nel pre-partita), in 60mila per spingere il Napoli. Mazzarri si affida al 'suò 3-4-2-1, in campo l'11 titolare con Zuniga preferito a Dossena.

Nel Bayern out Robben c'è Kroos ed è proprio il 21enne talento tedesco, dopo appena 2 minuti, a sbloccare il risultato. Perfetto l'inserimento sul servizio di Boateng, immobile la difesa azzurra, facile il destro a 5 metri da De Sanctis. È un duro colpo per gli azzurri che Lavezzi prova a scuotere con le sue accelerazioni, ma è solo Bayern con Kroos, Gomez e Boateng (bravo De Sanctis) che vanno vicini al 2-0. Il Napoli, dopo un mani in area di Schweinsteiger non visto dagli arbitri, trova l'1-1 al 39': Maggio va via a destra e mette in mezzo, Badstuber interviene in scivolata e beffa Neuer. Anche nella ripresa avvio sprint del Bayern che, per un errore dell'arbitro di porta, si guadagna un rigore per un inesistente mani di Cannavaro in area. A far giustizia ci pensa De Sanctis che blocca in tuffo il pessimo penalty di Gomez. Non cambia il tema tattico del match, il Bayern domina ma non passa (buone occasioni per Muller e Schweinsteiger), mentre il Napoli chiude in crescendo il match. Finisce 1-1, buon punto per gli azzurri contro la squadra più forte del girone e tra le più serie candidate al titolo di campione d'Europa.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi