My24

La Coppa Davis 2011 è della Spagna. E di Rafael Nadal. Il maiorchino numero 2 del mondo conquista il punto decisivo nella finale contro l'Argentina: Juan Martin Del Potro, nonostante la strenua resistenza, si arrende in quattro set con il punteggio di 1-6, 6-4, 6-1, 7-6 (0) in 4 ore e 7 minuti. Un match sensazionale e pieno di colpi di scena, soprattutto nel quarto set. Avanti 3-2 e servizio, lo spagnolo subisce il ritorno di Del Potro, che infila una serie spaventosa di colpi vincenti e sale 5-3. Contro reazione di Nadal, che approfitta del doppio fallo dell'avversario sul 4-5 30-30 e torna in parità. Nel tie-break non c'è storia, il nastro fortunoso sul terzo punto spiana la strada al fuoriclasse iberico, che a vittoria ottenuta si sdraia sulla terra rossa dell'incontenibile stadio di Siviglia: "Ringrazio il pubblico per la grande atmosfera che ha creato - racconta Nadal nell'immediato dopo-partita -. L'inizio era stato molto complicato".

Per la Spagna, guidata dal capitano Albert Costa, è la quinta insalatiera della storia, la terza negli ultimi quattro anni. Già nel 2008 le furie rosse avevano sconfitto l'Argentina, questa volta in Sudamerica, a Mar del Plata. La Seleccion, invece, rimanda ancora l'appuntamento con la prima affermazione. Insieme a Nadal, protagonista del trionfo David Ferrer, che venerdì aveva abbattuto lo stesso Del Potro al termine di una maratona di quasi cinque ore.

Shopping24

Dai nostri archivi