Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 24 dicembre 2011 alle ore 08:14.

My24

ROMA
Diffamazione e incitazione all'odio razziale. Sono i reati per i quali la Procura di Roma indaga, al momento ancora contro ignoti, sulla pubblicazione nelle pagine italiane del forum neonazista di Stormfront di una nuova lista dell'odio contro magistrati, religiosi, avvocati, giornalisti e attivisti dei diritti u mani che si occupano di immigrati. Tra i bersagli dei neonazisti italiani figurano il sindaco di Padova, Flavio Zanonato, il vescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, il presidente della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, il presidente dell'Unione Musulmani d'Italia, Adel Smith, i giornalisti Gad Lerner e Maurizio Costanzo. L'elenco è condito da insulti, anche di carattere omofobo e antisemita. Le indagini sono coordinate dal procuratore aggiunto Pietro Saviotti, capo del pool antiterrorismo della Capitale. La polizia postale ha già consegnato al magistrato una dettagliata informativa che presto potrebbe portare ai primi provvedimenti. Già in passato sul forum Stormfront, ispirato ai folli principi della superiorità della razza bianca predicati da Don Black, ex leader del Ku Klux Klan, sono state pubblicate blacklist di ebrei italiani del mondo della cultura, della politica, dell'informazione e della tv. Tra i bersagli della nuova campagna neonazista è spuntato, ieri, anche il ministro per l'Integrazione e la cooperazione, Andrea Riccardi. Un partecipante al forum ha pubblicato due articoli dedicati al ministro: uno del Giornale, in cui Riccardi viene criticato per aver avanzato, dopo i recenti fatti di Torino, l'idea di dare case ai Rom e di mandare a scuola i loro figli; un altro del giornalista Maurizio Blondet, che definisce Riccardi, tra l'altro, «cripto-giudeo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shopping24

Dai nostri archivi