Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 29 dicembre 2011 alle ore 06:35.

My24

Si apre uno spiraglio per i titoli di Stato italiani. L'asta di ieri, che ha assegnato 9 miliardi di titoli a tre e sei mesi, è stata caratterizzata da una forte domanda e da rendimenti dimezzati al 3,25 per cento. Ma dopo l'euforia iniziale, l'effetto sullo spread è stato di breve durata: il differenziale con i Bund, che era sceso a quota 479, è risalito a 510 in chiusura. A pesare anche i timori per le aste dei BTp di oggi. Anche per le Borse è durato poco l'effetto-asta. Piazza Affari, che ha virato in negativo a metà seduta, ha lasciato sul terreno lo 0,85 per cento. Euro ai minimi dell'anno sul dollaro. Servizi u pagine 2, 3 e 5

Shopping24

Dai nostri archivi