Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 23 marzo 2012 alle ore 11:50.

My24
(Fotogramma)(Fotogramma)

Il Il Cipe corregge il comunicato ufficiale e cambia le cifre per gli stanziamenti. Complessivamente sono stati assegnati 2 miliardi di euro (e non 2,5 come comunicato in mattinata): 924 milioni vanno alle opere infrastrutturali (di cui 600 milioni ai contratti di programma di Anas e Rfi per il 2012); 708 milioni vanno alla ricostruzione in Abruzzo; 65 milioni all'autoimprenditorialità; 76 milioni ai musei; 180 milioni saranno ripartiti fra le regioni per la sanità.

Si legge nel comunicato: il Cipe nella seduta odierna ha approvato l'assegnazione di circa 2 miliardi di euro. La decisione, che completa un ciclo di misure tese a mettere fine alla grave incertezza dei flussi di finanza pubblica degli ultimi anni, mira a riavviare una fase di crescita economica indispensabile per il rilancio del Paese. La maggior parte degli investimenti finanziati è in grado di generare spesa nel breve termine, contribuendo così a sostenere la domanda aggregata nel corso dell'anno e a incidere positivamente sulla produttività complessiva del sistema. I fondi assegnati sono volti ad accrescere cinque settori chiave per lo sviluppo del Paese: reti ferroviarie e opere infrastrutturali; sisma in Abruzzo ed eventi alluvionali; occupazione; patrimonio culturale; salute.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi