Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 14 aprile 2012 alle ore 15:44.

My24
(LaPresse)(LaPresse)

Piermario Morosini non ce l'ha fatta. Il calciatore del Livorno, colpito da arresto cardiaco nel corso della partita con il Pescara, è morto all'ospedale del capoluogo abruzzese dove era stato ricoverato dopo il malore. Morosini era nato a Bergamo il 5 luglio 1986.
Il dramma si è consumato al 32' della partita Pescara-Livorno: il calciatore si è accasciato al suolo ed è stato immediatamente soccorso dai medici presenti a bordo campo.

Sul campo i soccorsi a Mario Morosini sono stati immediati, massaggiatori, medici e paramedici hanno effettuato le prime cure necessarie, «Sul campo avevamo tutto, ossigeno, ambulanza e 2 defibrillatorI», ha confermato l'infermiere Marco De Francesco ad una radio pescarese. E lo stesso medico del Pescara, Ernesto Sabatini conferma che «quando c'è un arresto cardiaco, come nel caso di Morosini, prima bisogna fare il massaggio cardiaco, per almeno un paio di minuti: poi, se ci sono segnali elettrici, allora entra in funzione il defibrillatore. Ma sul campo il defibrillatore non è stato usato perchè è uno strumento che rileva automaticamente gli impulsi, e come in questo caso se non c'è impulso la macchina non parte».Per un attimo, ha confermato Sabatini, il ragazzo si era ripreso, poi però di nuovo il dramma.

. Una volta caricato sull'ambulanza l'ex Nazionale Under 21 è stato trasportato in ospedale. Morosini è arrivato al pronto soccorso in fibrillazione ventricolare, cioè in uno stato di anomalia degli impulsi elettrici cardiaci: i medici lo hanno messo in coma farmacologico per applicargli uno stimolatore esterno. Ma i tentativi di salvare il giocatore si sono rivelati inutili: Morosini si è spento qualche minuto dopo il ricovero.

A dare ufficialmente la notizia dell'avvenuto decesso è stato il primario di cardiologia dell'Ospedale Santo Spirito di Pescara, Leonardo Paloscia. «Morosini non ha mai ripreso un battito», ha detto il medico, raccontando gli ultimi momenti di vita del giocatore. «Da quando sono arrivato io - ha aggiunto Paloscia - non ha mai dato un cenno di ripresa né di respiro e né di battito. Quando sono arrivato io era tutto fermo. La causa? Non si può dire, penso che tutto sarà rinviato all'esame autoptico. Ritardi? Se si intendono 30 secondi non è quello, il medico del Livorno ha effettuato subito il massaggio cardiaco».

La salma di Piermario Morosini è stata trasferita nell'obitorio dell'ospedale civile di Pescara. Il pm della Procura pescarese Valentina D'Agostino ha disposto l'autopsia.

Morosini era entrato nel giro delle Nazionali azzurre nel 2001 con le prime apparizioni nell'Under 17. Nel biennio 2007-2009 aveva collezionato 18 presenze con l'Under 21 partecipando all'Europeo di categoria.

La decisione della Federazione
La Figc ha deciso di sospendere le partite. Nel weekend, quindi, non si disputerà il 33° turno del campionato di Serie A. La sospensione delle competizioni, ha annunciato il direttore generale della Figc Antonello Valentini, è immediatamente in vigore a partire da Milan-Genoa prevista al Meazza alle 18.

Il portiere del Pescara
All'esterno del pronto soccorso, il primo a rilasciare alcune dichiarazioni, tra le lacrime, è stato il portiere del Pescara, Luca Anania. «È una tragedia, credetemi, non so veramente cosa dire».«All'inizio non avevamo ben capito la gravità della situazione. Io, tra l'altro, mi trovavo dalla parte opposta e sono subito corso verso la metà campo del Livorno, dove era caduto a terra Morosini. Ci sono stati momenti di grande confusione e mi è sembrato di capire che c'è stato anche qualche attimo di ritardo nei soccorsi, perchè ci hanno detto che l'ambulanza non poteva entrare sul terreno di gioco perchè l'ingresso era ostruito da un'altra macchina. Alcuni miei compagni hanno portato la barella a mano fino all'ambulanza». Il portiere del Pescara ha riferito anche dei momenti di grandissimo dolore vissuti al pronto soccorso. In questo momento il pullman della squadra del Livorno ha lasciato, fra gli applausi dei tifosi del Pescara, la strada antistante il nosocomio.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi