Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 29 maggio 2012 alle ore 12:19.

My24

«Ci vogliono le primarie subito, sarebbe un’innovazione positiva. Poi corra anche Berlusconi, sicuramente avrebbe un buon consenso ma noi preferiremmo votare Angelino Alfano come candidato premier». Lo ha detto Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia e leader dei «formattatori» del Pdl ospite oggi di «24 Mattino» con Alessandro Milan su Radio 24.

«Berlusconi ha avuto l'intelligenza di fare un passo indietro e avere un ruolo diverso - ha aggiunto Cattaneo -. Bisogna proseguire per questa strada e permettere a un segretario di 40 anni di correre verso un progetto politico nuovo. D'altronde gli elettori del centro-destra hanno detto che l'ultimo passaggio politico è stato pesante». Cattaneo auspica le primarie anche per scegliere i candidati delle Politiche: «C'è l'impegno di Alfano: via i listini bloccati e nel caso non si riuscisse a trovare un accordo con gli altri partiti per modificare la legge elettorale, si facciano le primarie anche per scegliere i candidati da mandare in Parlamento».

Cattaneo ha detto a Radio 24 che formattare il Pdl non significa «fare una battaglia di giovani contro vecchi, ma il centro-destra ha bisogno di credibilità e bisogna cambiare qualche volto». Altra proposta è quella di mettere un limite ai mandati: «Anche la vicenda Formigoni - ha concluso - dimostra che al quarto mandato qualcosa si inceppa. Il limite dei due mandati per i sindaci per esempio va bene, anche in Parlamento metterei un massimo, magari due mandati no, ma tre potrebbe essere un buon limite».

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi