Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 07 settembre 2012 alle ore 14:46.

My24
Voli Ryanair nella bufera: due atterraggi d'emergenza nel giro di poche oreVoli Ryanair nella bufera: due atterraggi d'emergenza nel giro di poche ore

Due atterraggi di emergenza nel giro di poche ore per la compagnia low cost Ryanair. Il primo a Orio al Serio (Bergamo): un aereo decollato da Pola, in Croazia e diretto a Oslo Rygge, in Norvegia, attorno alle 11.05 ha segnalato alla torre di controllo dello scalo orobico di aver un motore in avaria. Ha chiesto la possibilità di atterrare e immediatamente sono state attivate tutte le procedure d'emergenza, tra cui l'intervento dei mezzi speciali dei vigili del fuoco aeroportuali.

Il velivolo, con 124 passeggeri a bordo, è atterrato senza problemi e non è stato necessario l'intervento dei pompieri che hanno scortato l'aereo in una piazzola di sosta. I passeggeri sono stati fatti scendere e portati all'interno del "Caravaggio" in attesa di un nuovo volo che li porti a destinazione.

La scelta dell'aeroporto bergamasco, nonostante altri fossero sulla rotta, è motivata dal fatto che è tra i più attrezzati tecnicamente per intervenire sui velivoli Ryanair.

L'altro aereo Ryanair, diretto all'isola di Gran Canaria, è rientrato nell'aeroporto madrileno di Barajas un'ora dopo il decollo a causa di problemi tecnici. Lo si apprende da fonti aeroportuali citate da El Mundo.

Secondo le fonti, il pilota dell'aereo - un Boeing 737 - ha comunicato alla torre di controllo il rientro a Madrid, a causa di un problema di depressurizzazione della cabine, per cui l'aeroporto ha attivato l'allarme locale. I passeggeri sono ancora nello scalo di Barajas, in attesa che la compagnia ripari l'aereo o lo sostituisca con un altro per raggiungere la destinazione. Alcuni hanno avvertito problemi fisici.

Si tratta del terzo aereo della compagnia irlandese che in questa settimana è stato forzato a tornare all'aeroporto d'origine a causa di problemi tecnici, per la depressurizzazione della cabina, dopo il veivolo di Ryanair rientrato nell'aeroporto di Manises lunedì scorso.

La compagnia aerea è al centro di polemiche, nelle ultime settimane in Spagna, dopo che vari velivoli sono stati costretti ad atterraggi di emergenza per scarsezza di combustibile, sui quali il ministero delle infrastrutture spagnolo ha aperto un'inchiesta.

Aereo fermato per zecche a bordo
Un altro aereo della compagnia, inoltre, è stato fermato a seguito di una denuncia presentata ieri sera negli Uffici della Polaria dell'aeroporto di Ciampino da un gruppo di passeggeri che, giunti a Roma dalla Danimarca, avrebbero lamentato forti pruriti durante il volo riconducibili, secondo loro, a punture di zecche. L'aereo della compagnia irlandese, che sarebbe dovuto ripartire per Bari, è stato fermato a terra e sottoposto dalle Autorità sanitarie a immediata disinfestazione. Nel frattempo, la Ryanair ha messo a disposizione dei passeggeri diretti in Puglia un altro aeromobile. Difficile intanto stabilire se i passeggeri abbiano trovato i fastidiosi parassiti a bordo o se siano stati loro stessi a portarli sull'aereo. Soltanto questa mattina il velivolo è quindi potuto rientrare in servizio.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi