Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 20 ottobre 2012 alle ore 13:21.

My24

Tanta pioggia e tanta paura, ma il peggio sembra essere passato. Una violenta perturbazione si è abbattuta sul sud della Francia, provocando anche l'esondazione del Gave: il fiume che attraversa Lourdes è uscito dal suo letto, a causa delle forti piogge che da giovedì si sono abbattute senza soluzione di continuità sugli Alti Pirenei. Il Santuario è invaso dall'acqua, tanto che le autorità ne hanno disposto la chiusura. C'è all'incirca un metro d'acqua anche davanti alla Grotta di Massabielle, dove la Vergine sarebbe apparsa a Bernadette Soubirous. Soltanto la basilica, situata più in alto, è ancora accessibile.

E mentre il fiume Gave, abitualmente calmo, è ormai divenuto un torrente in piena, tutti gli hotel della città bassa, situati lungo le rive, si stanno progressivamente vuotando. Almeno 500 i pellegrini evacuati: gli autobus conducono le persone verso il palazzo dei congressi e il palazzo dello sport.

Salvatore Pagliuca, presidente nazionale dell'Unitalsi (Unione nazionale italiana trasporto ammalati a Lourdes e santuari internazionali) comunque rassicura. «Tanta pioggia e tanta paura per quanti sono in questo momento a Lourdes, ma il peggio è passato, voglio infatti rassicurare che il personale e i soci dell'Unitalsi che in questo momento sono in pellegrinaggio e lavorano a Lourdes sono stati messi in sicurezza e non corrono nessun rischio, come le strutture dell'Unitalsi a Lourdes».
«Dalla nostra sede a Lourdes stiamo monitorando costantemente la situazione, in modo da garantire la massima sicurezza per quanti sono a Lourdes» ha precisato Pagliuca.
Dalle previsioni meteo l'allerta maltempo dovrebbe durare fino a domani.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi