Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 20 novembre 2012 alle ore 12:29.

My24

Posata a Milano, nell'area di Porta Volta, la prima pietra di una nuova architettura firmata da Herzog & De Meuron che ospiterà la sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Si tratta di un'operazione privata e pubblica allo stesso tempo che ha per protagonista uno degli studi di architettura più prestigiosi al mondo: l'operazione è sostenuta dal Comune di Milano e dal Gruppo Feltrinelli, che opera attraverso la sua società̀ Finaval Spa.

Il completamento del progetto è previsto per l'estate 2015 (otto mesi di attività preparatorie, poi due anni di costruzione vera e propria) e restituirà ai milanesi un'importante area della città, con un'opera finalizzata al rilancio della zona, che conserva nelle linee dei nuovi edifici la coerenza con il contesto e con la storia della città.

Fortemente ispirato alle linee architettoniche lombarde, rivisitate in chiave attuale, il progetto di riqualificazione di Herzog & de Meuron disegna una struttura edilizia composta da due strutture gemelle che valorizza l'antica Porta e prevede inoltre la creazione di ampi spazi verdi, piste ciclabili e percorsi pedonali, affiancati da attività commerciali.

Il progettista dell'opera, Jacques Herzog, attraverso il suo partner Andreas Fries, ha illustrato la sua idea architettonica con un tributo "al nostro antico maestro Aldo Rossi". La forma longilinea, lineare della costruzione ricorda "da un lato, la tradizione gotica che si esprime in importanti costruzioni della città di Milano, dall'altro le cascine che costellano il paesaggio della Lombardia". Promesso anche "un cantiere modello, che riduca al minimo i disagi e faccia della trasparenza e della partecipazione della città alla trasformazione dell'area un esempio per il futuro.

Nel 2001 Herzog & De Meuron hanno vinto il Nobel dell'Architettura, il Pritzker, e la giuria li ha premiati apprezzando la loro capacità di coniugare «un'antica professione con l'approccio fresco della tecniche del nuovo secolo». Herzog & De Meuron sono tra gli studi che più hanno sperimentato in termini di tecnologia e di materiali da costruzione: basta ricordare la pelle dell'Allianz Arena di Monaco, realizzata con tremila pannelli di un tessuto plastico (il cosiddetto Efte) indeformabile e resistente, riciclabile al 100%, piuttosto che il Leban Center di Londra, rivestito con un involucro di plastica trasparente, traslucido e colorato.
Si veda la gallery con le 15 principali opere dello studio Herzog & De Meuron

Herzog & De Meuron hanno iniziato a lavorare vicino a casa propria. Tra le prime architetture dello studio c'è anche la «torre di rame» di Basilea che ospita la cabina centrale di controllo degli scambi ferroviari, costruita tra il 1998 e il 1999. Una struttura muraria coperta da fasce di rame. Tra le più recenti c'è invece il Vitra Haus nel campus dell'arte di Vitra: un edificio che ospita uno showroom e un museo. Un'architettura che si caratterizza per la sovrapposizione di una serie di volume disposti in verticale, come fossero impilati uno sull'altro, fino a ricavare cinque livelli.

Madrid hanno convertito una centrale elettrica, un gioiello dell'archeologia industriale, in uno spazio contemporaneo dove si integrano attività culturali e sociali. A Londra hanno firmato la prima riconversione dell'ex centrale elettrica di Bankside in uno dei poli internazionali della cultura di maggior successo e ora stanno realizzando un nuovo ampliamento. Ancora, ad Amburgo stanno realizzando la Filarmonica, un edificio dalla pelle vetrata che imposta le sue basi su un parallelepipedo in mattoni che un tempo era un magazzino portuale, deposito del cacao.

Nel 2012 gli architetti svizzeri hanno firmato il progetto per la Serpentine Gallery di Londra e sono stati tra gli studi invitati dal curatore David Chipperfield alla Biennale di Architettura di Venezia.

GALLERY

Le opere dello studio Herzog & De Meuron

Non solo il Nido di Pechino o la Tate di Londra. Il giro del mondo in 15 architetture firmate Herzog & De Meuron »

Da Parigi a San Pietroburgo, dal Libano al Messico. I progetti più recenti degli svizzeri Herzog & De Meuron sono per torri, masterplan e headquarter »

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi