Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 13 marzo 2013 alle ore 17:55.
L'ultima modifica è del 13 marzo 2013 alle ore 10:53.

My24

È Jorge Mario Bergoglio, unico gesuita del Conclave, arcivescovo di Buenos Aires, il nuovo Papa: si chiamerà Francesco. Era stato contendente di Joseph Ratzinger al Conclave del 2005. È il primo pontefice extraeuropeo della storia. Folla in delirio all'Habemus Papam e, ancor prima, alla fumata bianca del comignolo della Sistina. Il conclave lo ha eletto al quarto scrutinio di oggi, il quinto generale. La piazza è gremita di fedeli in festa, mentre le campane della Basilica suonano a festa. È stato il cardinale protodiacono, Jean-Louis Tauran ad annunciare al mondo il 265* successore di Pietro. Obama ha detto che «è un giorno storico, perché Francesco I è il paladino dei poveri». Napolitano emozionato e colpito dalla semplicità del Papa. Una curiosità: la benedizione 'Urbi et Orbi' e l'indulgenza plenaria impartite da Francesco sono state estese - come precisato dalla loggia di S. Pietro dal cardinal Camerlengo - alla folla dei fedeli, a chi ha ascoltato le parole del Papa attraverso radio e tv, ma anche attraverso le «nuove forme di comunicazione» che fanno il loro ingresso a pieno titolo nella liturgia della Chiesa cattolica. Ecco la cronaca della giornata.

Ore 22,33. La prima notte da Papa a Santa Marta
La nuova vita del neo Papa Francesco comincerà stasera dalla suite 201 del residence dei "conclavisti" di Santa Marta, in Vaticano. Un appartamento con tre ambienti, studio, salottino e camera da letto. Domattina, come di consueto, per Francesco ci sarà la sveglia di buon'ora al mattino e la celebrazione della messa. Sempre domani, alle 17 Papa Bergoglio riceverà nella Cappella Sistina tutti i cardinali, elettori e non elettori. Domenica 17 il secondo incontro con i fedeli, dopo quello di oggi fresco di elezione. Alle 12 infatti, reciterà la preghiera dell'Angelus rivolto ai pellegrini che lo accoglieranno dalla piazza. Martedì 19, giorno in cui si celebra la festa di San Giuseppe patrono della Chiesa, alle 9.30 ci sarà la Messa di inaugurazione del pontificato a San Pietro. Occasione in cui saranno presenti molti capi di stato ed esponenti delle case regnanti. Nei prossimi giorni, ha sottolineato padre Lombardi, verrà anche definita una visita di Papa Bergoglio al suo predecessore. Prevedibile, infine, per mercoledì prossima, a una settimana esatta dall'elezione, anche la sua prima udienza generale.

Ore 22,28. Gli auguri di Jagland a Sua Santità
«Mi congratulo vivamente col nuovo Pontefice della Chiesa cattolica e Capo di Stato della Santa Sede. A nome del Consiglio d'Europa gli auguro tutto il bene che merita. Siamo entusiasti di continuare con lui la nostra fattiva collaborazione col Vaticano», ha scritto Thorbjørn Jagland, segretario generale del Consiglio d'Europa in un messaggio al Pontefice Francesco I.

Commenta la notizia