Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 19 marzo 2013 alle ore 14:26.

My24
Luigi Zanda alla guida dei senatori Pd. (Emblema)Luigi Zanda alla guida dei senatori Pd. (Emblema)

Si è completato il "puzzle" dei nomi nella partita dei capigruppo di Camera e Senato, passo necessario per l'avvio delle consultazioni del Quirinale in vista di un nuovo Governo. Uno degli ultimi tasselli andati a posto riguarda il Pd, che dopo il passo indietro degli uscenti Anna Finocchiario e Dario Franceschini ha eletto Luigi Zanda nuovo capogruppo al Senato. Per lui, voto unanime e per alzata di mano dei senatori. Alla Camera, l'incarico va al «giovane di lungo corso» - questa la presentazione del segretario Bersani - Roberto Speranza, anche se per l'ufficializzazione si è dovuto attendere l'esito del voto segreto chiesto da Luigi Bobba, deputato vicino a Franceschini: 200 voti su quasi 300. Le schede bianche sono state 53 e una trentina le nulle.

Completati anche gli organigrammi di Pdl e M5S
Già noti, invece, i nuovi vertici dei gruppi Pdl - Renato Schifani al Senato e Renato Brunetta alla Camera - e del M5S, che ha indicato con ampio anticipo, il 4 marzo scorso, Vito Crimi al Senato e Roberta Lombardi alla Camera, nomi ufficializzati oggi con apposite riunioni dei gruppi. L'assemblea degli eletti grillini alla Camera, in particolare, dopo aver confermato per acclamazione Lombardi, ha avviato le procedure interne - in diretta streaming - per l'individuazione del vicepresidente che affiancherà Lombardi nei prossimi 3 mesi. Al termine del confronto, i voti dei deputati grillini sono confluiti su Riccardo Nuti che starà in carica 6 mesi, affiancando per i primi 3 la capogruppo
Lombardi e poi prendendo il suo posto per i successivi 3 mesi. Battute le altre due candidate, Giulia Sarti e Giulia Grillo.

Scelta civica, Dellai prevale su Romano
Definita oggi anche la guida dei montiani di Scelta civica alla Camera: il gruppo, chiamato oggi a scegliere tra i due candidati più accreditati, Lorenzo Dellai e Andrea Romano, ha infine scelto Dellai (a favorire la soluzione unitaria anche il ritiro in extremis della candidatura di Romano). Durante la riunione sono stati eletti anche i due vice presidenti: si tratta di Gianpiero D'Alia (Udc) e Adriana Galgano. Al Senato la scelta dei senatori centristi è stata invece per l'ex parlamentare europeo del Pdl Mario Mauro.

Lega, nuovo gruppo alla Camera grazie agli Autonomisti
Quanto alla Lega, potrà costituire un proprio grupppo parlamentare alla Camera grazie all'arrivo di Rudi Marguerettaz, della lista Valle'e d'Aoste, e di Angelo Attaguile, del Mpa, che portano da 18 a quota 20 i deputati lumbard a Montecitorio, che insieme daranno vita al gruppo parlamentare Lega e Autonomie. Il numero minimo per poter costituire un gruppo autonomo alla Camera è infatti di 20 eletti. Il capogruppo del Carroccio alla Camera eletto dai deputati leghisti è Giancarlo Giorgetti; i vice Matteo Bragantini (vicario), Gianluca Pini, Gianluca Buonanno, Massimiliano Fedriga, Rudy Marguerettaz. Tesoriere é Nicola Molteni. Al senato é stato invece eletto capogruppo il veneto Massimo Bitonci, i vice Raffaele Volpi e Sergio Divina.

Gruppo Misto, eletti Pisicchio e De Petris
Cambia anche il vertice del Gruppo Misto a Montecitorio, che oggi ha eletto capogruppo all'unanimità Pino Pisicchio (Centro democratico). Ad eleggerlo i venti deputati che ne fanno parte (6 del Centro democratico, 5 del Svp e 9 di Fratelli d'Italia). Al Senato, il centrosinistra ha proposto il nome di Loredana De Petris, in rappresentanza di Sel, partito che conta sette senatori, mentre il centrodestra puntava alla nomina Luigi Compagna, eletto nel Pdl. Al termine di un lungo braccio di ferro, i senatori del centrodestra non hanno partecipato alla votazione ed è stata eletta De Petris.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi