Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 05 luglio 2013 alle ore 23:27.

My24
Pressione fiscale sulle piccole imprese: Italia record con il 68,3%. Il confronto globale sul Sole 24 Ore - Bankitalia: tassazione al 44%

Pressione fiscale sulle imprese minori: nel 2012 Italia al record con il 68,3%.
Tutte le cifre del confronto globale nel primo piano del Sole 24 Ore
in edicola sabato. In Italia – lo ha confermato la Banca d'Italia - la pressione tributaria nominale nel 2012 ha toccato il 44 per cento. Ma l'emergenza-rigore fiscale reale appare più pesante, soprattutto per le imprese. Lo conferma l'analisi del Sole 24 Ore: al netto del "sommerso" stimato, l'incidenza sul Pil di imposte e contributi sale al 52,9%. La pressione effettiva è ancora più drammatica se il test è circoscritto alle imprese – soprattutto le piccole e medie – orientato al confronto internazionale. Il "total tax rate", cioè l'incidenza di oneri fiscali e contributivi sugli utili di un'impresa minore italiana, è calcolato nel 68,3%: si tratta di un massimo globale (la Francia è al 65,7, gli Usa al 46,7%, la Gran Bretagna al 35,8%). Sono 15, in media, gli adempimenti fiscali cui deve rispondere ogni anno una Pmi italiana e impegnando l'impresa per circa 269 ore. Sul Sole 24 Ore di domani un esame completo anche di tutte le situazioni significative con i consigli degli esperti.

Su Plus24: le banche e i progetti di sperimentazione per venire incontro ai clienti
Le banche italiane continuano la ritirata dal fronte degli sportelli: nell'ultimo anno ne hanno chiusi due al giorno. Nel frattempo però gli istituti cercano di rinvigorire il dialogo con i clienti - come anche di aumentare i ricavi, in forte calo, e stabilizzare gli addetti - attraverso progetti di sperimentazione di estensione degli orari di apertura delle filiali. La capofila di questo trend, Intesa Sanpaolo, ha oltre 400 filiali aperte sul territorio dalle 9 alle 20 nei giorni feriali e al sabato mattina. Plus24, il settimanale di finanza e risparmio in edicola con Il Sole 24 Ore, ha fatto il punto della situazione per evidenziare vantaggi e criticità della situazione, con le nuove regole di Banca d'Italia sulla trasparenza ai clienti "migrati" e un questionario sulla loro soddisfazione. Il settimanale di educazione finanziaria, risparmio e investimenti traccia poi l'identikit dei cinque milioni di investitori dei fondi comuni italiani. Il caso analizzato e risolto da Plus24 riguarda infine la promozione non ottenuta da un cliente bancario tramite una carta di credito.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi