Il Sole 24 Ore
Stampa l'articolo Chiudi

5 agosto 2013

Vertice Letta-Visco-Saccomanni, svolta vicina ma ripresa graduale. E su Mps: Bruxelles sbaglia


Si confermano segnali di miglioramento per l'economia ma c'è la necessità di consolidarli. È quanto è emerso - secondo fonti Bankitalia - durante l'incontro fra il premier Enrico Letta, il ministro Fabrizio Saccomanni e il Governatore Ignazio Visco a Palazzo Chigi. Si confermano i segnali di miglioramento del ciclo economico; gli indicatori di acquisto sono positivi per l'industria e c'é la necessità di consolidare questi segnali. Segnali di ripresa dell'economia italiana che «sono reali» e «sono necessarie politiche di continuità con le scelte fatte» per favorire la crescita. Si sarebbe, dunque, ad un punto di svolta, ma la ripresa sarà graduale. «La ripresa - si aggiunge - è figlia
anche della stabilità sui mercati». La colazione di lavoro è stato utile per fare il punto sulla situazione economico-finanziaria anche in vista dei provvedimenti allo studio del governo.

Banche solide, ma persistono aree di difficoltà
Le banche italiane sono solide, ma nel sistema persistono aree di difficoltà. Per questo Bankitalia è attenta alla dotazione di capitali. Si é infine ragionato sull'unione bancaria europea in vista del semestre di presidenza italiano dell'Unione che si intende debba diventare un semestre di stimolo per il percorso verso l'unione bancaria Ue.

Su Mps Bruxelles sbaglia
Su Mps Bruxelles sbaglia. Nel contenzioso sulla vicenda Montepaschi, si é convinti della bontà e correttezza della posizione italiana. Insomma sul caso Mps «è opinione comune» che la tesi sostenuta dall'Italia in Europa sia corretta e che «sia in errore Bruxelles».

Colaninno: evitare crisi politica disordinata che potrebbe vanificare i segnali di ripresa dell'economia
Secondo Matteo Colaninno, responsabile Economia del Partito Democratico, «va fatto tutto il possibile per evitare al paese situazioni di crisi politica disordinata e incontrollata che potrebbero immediatamente vanificare i segnali positivi di ripresa economica emersi anche oggi nel vertice di Palazzo Chigi. Al netto dei fatti politici che si svilupperanno nel breve termine, a questo punto, la prosecuzione del Governo di servizio dovrà concentrare tutti gli sforzi su misure concrete a favore dell'economia, del lavoro e delle imprese».

Letta ha avuto anche un colloquio con Epifani
Il segretario del Pd, Guglielmo Epifani, ha lasciato palazzo Chigi dopo aver incontrato il premier Enrico Letta. Il colloquio é durato poco più di mezz'ora.


5 agosto 2013