Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 15 dicembre 2013 alle ore 08:18.
L'ultima modifica è del 19 giugno 2014 alle ore 11:09.

My24
Giuseppe Vegas (Ansa)Giuseppe Vegas (Ansa)

di Antonella Olivieri
«La Consob non è stata informata del raddoppio al 10,4% della quota BlackRock in Telecom». Giuseppe Vegas è rimasto molto stupito della mossa di BlackRock, salita oltre il 10% di Telecom senza comunicarlo in tempo utile alla Consob. Nonostante fosse sabato, la Consob ha cercato di mettersi subito in contatto con il colosso dell'asset management Usa, senza riuscirci.

Nel frattempo è però partita una formale richiesta di informazioni ed, in base alle regole, è scattatoil blocco dei diritti di voto sulla quota non denunciata fino a quando non sarà ripristinata la parità informativa. Vegas parla senza mezzi termini di «manipolazione informativa».

Presidente Vegas, cosa siete stati in grado di ricostruire finora?
L'ultima comunicazione di BlackRock su Telecom risale al 2 ottobre, quando è stato denunciato il possesso del 5,132%. Il filing Sec, che porta la data del 9 dicembre, segnala che la quota è salita al 10,14% il 29 novembre. Ma alla Consob il superamento della soglia doveva essere comunicato cinque giorni dopo, entro il 6 dicembre, e questo non è stato fatto. Ci risulta però che tra il 2 ottobre e venerdì scorso BlackRock ha effettuato ulteriori acquisti, rispetto a quelli comunicati, per il 3,56% del capitale ordinario Telecom. Acquisti cioè effettuati anche dopo il 29 novembre sui mercati europei e Otc. Non abbiamo visibilità invece sui movimenti Usa, ma ciò non toglie che il superamento della soglia del 10% doveva esserci comunicato.

Perchè non è stato fatto?
È quello che stiamo cercando di capire. Ma non avendo fornito dati sensibili in grado di influenzare il mercato, siamo nella fattispecie della manipolazione informativa. Poi vedrà la magistratura se esistono altri profili rilevanti.

Dov'è il punto?
Negli accordi Telco del 24 settembre si dice che Telefonica non dovrà sottostare al divieto di acquistare azioni Telecom se qualcuno supera il 10% del capitale. Ora, si tratta di capire se BlackRock ha comprato in conto proprio o per conto di qualcun altro. Già in precedenza la Consob aveva chiesto a BlackRock di chiarire come erano arrivati al primo 5% e dalla risposta non erano emerse intenzioni per il futuro.

Ora abbiamo inviato di nuovo una richiesta di informazioni sia a Telecom sia a BlackRock. In particolare entro lunedì mattina il fondo Usa deve dichiarare quante azioni ha in portafoglio, e cosa intende farne. Se ci fosse un'azione concertata, sarebbero meno strane le dimissioni di Cesar Alierta e Julio Linares dal board di Telecom, perchè non ci sarebbe bisogno di restare in consiglio in una posizione che viene messa al voto in assemblea per potenziale conflitto d'interessi.

E quindi come intendete comportarvi?
La nostra azione immediata è la procedura sanzionatoria, con un importo massimo 500mila euro che capisco possa non essere un gran deterrente. Il blocco dei diritti di voto potrebbe essere più efficace. Dopodichè deciderà la Commissione, ma ritengo che il caso si presti a una segnalazione in Procura e in tempi relativamente rapidi.

Insomma, una situazione che si ingarbuglia sempre più.
Una situazione che si sarebbe facilmente risolta se si fosse presa con decisione la strada di una riforma dell'Opa, nei termini che già a fine settembre avevo proposto in Parlamento: due soglie fisse, il 30% "ordinario" e il 15% per le public company.

A Roma è stato obiettato che non si possono cambiare le regole del gioco su una partita in corso.
Ma qui siamo in presenza di un'operazione solo preannunciata e non completata: Telefonica è ancora sotto il 15%. Se fosse approvata la riforma, per salire oltre occorrerebbe mettere mano al portafoglio e non si potrebbe controllare con poca spesa una grande impresa. Qui c'è un gioco poco trasparente, un metodo alla Pearl Harbor: prima bombardi e poi dichiari guerra.

C'è un'indagine più complessiva in corso sul caso Telecom. Su cosa state lavorando?
Su tutto quello che è avvenuto dopo il cda del 7 novembre, che rientra nella cornice del potenziale conflitto d'interessi: le modalità anomale del collocamento del convertendo, la cessione di Telecom Argentina, la stessa ascesa di BlackRock sopra il 10%. Ci sono diverse iniziative, già ben avviate.

Prenderete qualche iniziativa concreta prima dell'assemblea Telecom del 20?
È probabile, ma sia l'avvio dell'iter sanzionatorio, sia le segnalazioni alla magistratura, con la quale c'è uno scambio di informazioni costante, non sono pubbliche. Abbiamo cercato di far avere al mercato tutte le informazioni utili per l'assemblea, anche perchè i nostri atti non possono produrre effetti pratici nell'immediato.

Ma in assemblea, ammesso che passi la revoca del board, si dovrà nominare un nuovo cda, dove non è chiaro chi potrebbe essere il presidente, con Telco che avrà il vantaggio di decidere in tempo reale, a differenza dei fondi che partecipano per delega.
Non si preoccupi che ci abbiamo pensato. Come è possibile che chi è nella posizione di Telco presenti una lista di minoranza? Può darsi che ci sia già un accordo e che questo possa emergere in assemblea con tempi incompatibili per i fondi. Anche per questi aspetti è già partita una richiesta di informazioni a Telco e agli azionisti rilevanti che potrebbero avere un ruolo. Cerchiamo di fare emergere anche i nomi degli ulteriori candidati prima che siano fatti in assemblea. Ci aspettiamo una risposta la settimana prossima.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi