Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 21 dicembre 2013 alle ore 16:17.
L'ultima modifica è del 21 dicembre 2013 alle ore 16:34.

My24
Piero GiardaPiero Giarda

È Piero Giarda il nuovo presidente del Consiglio di sorveglianza della Banca Popolare di Milano. L'ex ministro e docente della Cattolica dal 1968 è stato eletto con un'ampia maggioranza: su 5.705 votanti, 3.961 soci hanno votato a suo favore, gli altri invece si sono espressi per Piero Lonardi.

L'assemblea dei soci di Bpm, riunita da questa mattina nei padiglioni della fiera di Milano-Rho, ha revocato a larga maggioranza il vecchio Consiglio di Sorveglianza di Bpm e dato via libera all'estensione dei termini per l'aumento di capitale fino a 500 milioni richiesto da Bankitalia. A questo punto, la scadenza per aderire alla ricapitalizzazione sarà prorogata di 3 mesi, dal 30 aprile al 31 luglio del 2014.

Entrambi i candidati in corsa per la presidenza del CdS di Bpm, Piero Giarda e Piero Lonardi, hanno preso la parola esprimendosi entrambi a favore della ricapitalizzazione. Per l'ex ministro del governo Monti, «l'aumento di capitale è necessario e dovrà essere fatto a condizioni di mercato». Dello stesso avviso il commercialista milanese: «L'aumento di capitale - ha detto Lonardi - è necessario anche a breve termine. Non possiamo pensare di fare un aumento di capitale senza un piano industriale».

Ad attirare le attenzioni tuttavia sono i dati sull'affluenza. Dopo un avvio flop, nel corso della mattinata le presenze sono via via aumentate. Alle 12 erano 4661 i voti presenti, di cui 2332 per delega, alla fine – come detto – si è sfiorato quota 6mila.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi