Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 aprile 2014 alle ore 14:04.
L'ultima modifica è del 10 aprile 2014 alle ore 16:05.

My24

La Rai chiude l'esercizio 2013 con un utile netto di 5 milioni di euro. Un significativo miglioramento rispetto al 2012 quando si era registrata la perdita di 245 milioni. Lo ha annunciato il direttore generale, Luigi Gubitosi, illustrando il bilancio approvato dal cda. «Il risultato - ha spiegato il dg Luigi Gubitosi illustrando il bilancio approvato in cda - è stato possibile grazie ad una riduzione dei costi che ha compensato il calo dei ricavi, in particolare della pubblicità».

Gubitosi: peccato non aver scommesso con Grillo
Non si avvera insomma la profezia di sventura di Beppe Grillo («Gubitosi ha portato le perdite dall'azienda da 200 a 400 milioni» aveva tuonato il leader M5s al teatro Ariston a Sanremo). «Avrei voluto fare una scommessa con un signore che poi non si è fatto più sentire. Grillo diceva che avremmo perso 400 milioni, peccato non averla fatta», è stato il commento ironico di Gubitosi.

Risultato netto:+250 milioni
Il risultato operativo della Rai è stato positivo per 231 milioni, mentre il risultato netto ha fatto registrare un miglioramento di +250 milioni rispetto al 2012. L'indebitamento è invece a quota 441 milioni, «un risultato - ha sottolineato Gubitosi - nettamente migliore rispetto alle aspettative». I ricavi del gruppo Rai hanno registrato una flessione di 38 milioni di euro rispetto al 2012 e di 250 milioni rispetto al 2011. I ricavi pubblicitari, in particolare, sono scesi dell'8,5%, mentre quelli commerciali sono saliti dell'8,4%. In rialzo dello 0,4% i ricavi da canone, ma l'aumento è dovuto al rincaro della tassa, poiché si è verificata una crescita della morosità o dell'evasione. Per quanto riguarda i costi esterni per beni e servizi, a parità di perimetro la riduzione ammonta a circa 100 milioni di euro. I costi del personale sono invece calati di circa 20 milioni rispetto al 2012 «grazie all'efficacia della manovra sugli esodi», ha detto Gubitosi. La posizione finanziaria netta presenta una variazione negativa di 75 milioni di euro rispetto al 2012 e ammonta a 440,9 milioni.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi