Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 12 aprile 2014 alle ore 18:57.
L'ultima modifica è del 12 aprile 2014 alle ore 20:06.

My24
Mario Draghi e Janet Yellen (Reuters)Mario Draghi e Janet Yellen (Reuters)

Nell'Eurozona la disoccupazione resta alta e ciò è «inaccettabile». Lo ha detto Mario Draghi, governatore della Banca centrale europea nel corso di una conferenza stampa in corso a Washington al termine dell'incontro dell'International Monetary and Financial Committee, il braccio operativo del Fondo monetario internazionale.

Draghi vede comunque «timidi segnali di miglioramento» sul fronte del mercato del lavoro. Il governatore ha aggiunto che i «rischi della ripresa restano al ribasso a causa della disoccupazione ma anche a causa di rischi geopolitici che potrebbero materializzarsi nel futuro». La ripresa nell'area euro procede, è modesta ma è meno incerta di quanto non lo fosse di recente.

Mario Draghi ha poi ribadito: il consiglio della Bce è unanime nel suo impegno a ricorrere anche a strumenti non convenzionali per contrastare il rischio di un periodo di inflazione bassa. Le prospettive di lungo e medio termine sull'evoluzione dell'inflazione - ha detto - restano ben ancorate. Ribadendo che non saremo «compiacenti qualora l'outlook dovesse cambiare, soprattutto sotto la pressione della disoccupazione e le pressioni geopolitiche che potrebbero materializzarsi». «Continueremo a monitorare da vicino» ha assicurato Draghi, ribadendo che l'Eurotower e' pronta a ricorrere ad ulteriori allentamenti monetari.

Il presidente ha peraltro sottolineato come un'inflazione troppo bassa renda «l'aggiustamento ancora piu' difficile nei paesi che devono portarlo avanti». Un inflazione contenuta per troppo tempo, ha aggiunto, «aumenta i tassi reali proprio nei paesi maggiormente sotto pressione».

Infine Draghi ha infine sottolineato come «un rafforzamento dell'Euro potrebbe richiedere ulteriori stimoli, politiche monetarie più accomodanti». Il presidente non ha però fornito una soglia del tasso di cambio che potrebbe innescare un'azione da parte della Bce. «I cambi sono uno degli elementi, non l'unico, che influisce sulla stabilità dei prezzi» - ha concluso-.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi