Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 22 aprile 2014 alle ore 13:54.
L'ultima modifica è del 22 aprile 2014 alle ore 15:01.

My24
Red Canzian (Olycom)Red Canzian (Olycom)

Cresce l'esercito dei vegetariani in Italia. E tra loro aumentano rapidamente anche i più radicali, i vegani, che scelgono di non utilizzare nessun prodotto derivato dallo sfruttamento o dall'uccisione degli animali. Secondo i numeri ufficiali (rapporto Eurispes 2014) nel Belpaese si contano 4,2 milioni vegetariani contro i 3,7 milioni della rilevazione precedente, con un aumento del 15% in un anno. Ma le associazioni stimano cifre più elevate, con un ampio margine non rilevato: 7 milioni, di cui 700 mila vegani.

Un progetto appena avviato - 'Pharmavegana' che sarà presentato il 9 maggio a Cosmofarma - apre loro le porte delle farmacie, luogo poco frequentato da questa popolazione, attraverso la formazione ad hoc dei farmacisti che potranno poi fornire consulenze gratuite a clienti con speciali esigenze alimentari ed etiche.

Questi regimi alimentari richiedono un'attenta conoscenza, e una specifica formazione, nell'assistenza alimentare quotidiana e nella cura dei disturbi più comuni: vegetariani e vegani che si rivolgono alla rete Pharmavegana troveranno un operatore costantemente formato e preparato, in grado di fornire informazioni e consigli efficaci e rispettosi delle loro scelte. Farmacie e parafarmacie che aderiscono al circuito saranno riconoscibili da un marchio visibile dall'esterno.

Le anticipazioni sull'iniziativa, le date di attivazione dei primi punti vendita, il programma operativo, le principali informazioni e consigli, compresa la possibilità di ricevere un notiziario, saranno disponibili sul sito www.pharmavegana.it già dal 9 maggio, data di presentazione ufficiale a Cosmofarma della Fiera di Bologna.

Red Canzian, storico bassista e voce dei Pooh e noto per il suo impegno editoriale su questo fronte, appoggia il progetto Pharmavegana: "Sono quasi vent'anni che mi sono avvicinato a questo mondo, e oggi le cose sono davvero cambiate: aumentano quelli che, come me, hanno fatto scelte più radicali, passando da vegetariano a vegano, ma l'idea che la relazione cibo/salute/ambiente vada profondamente rivista è ormai condivisa da tutti".

I vegani, per orientamento etico, hanno particolari esigenze alimentari e anche bisogni speciali sul fronte delle cure, visto che rifiutano i farmaci sperimentati su animali e puntano molto sul potere curativo degli alimenti e degli integratori. Una scelta di stile di vita non sempre semplice e che ha pochi punti di riferimento, ammette Renata Balducci, presidente di AssoVegan - associazione vegani italiani onlus, che sostiene l'iniziativa supportata dall'azienda di prodotti naturali Sitar attraverso il suo marchio 'Prodigi della Terra'. "In Italia - dice all'Adnkronos Salute - siamo moltissimi, ma l'offerta dei prodotti è minore rispetto a quella presente in Paesi dove il numero di vegani è ben inferiore: per scelta vegetariana l'Italia è la seconda al mondo dopo l'India, ma a questo non corrispondono proposte proporzionate".

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi