Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 02 maggio 2014 alle ore 14:43.
L'ultima modifica è del 02 maggio 2014 alle ore 15:03.

My24

L'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi è stato condannato a otto anni di reclusione per essersi appropriato di oltre 25 milioni di euro di fondi destinati al partito. Lo ha deciso il tribunale di Roma.

Il tribunale ha poi condannato, sempre per il reato di appropriazione indebita, a 3 anni e 6 mesi di reclusione il commercialista Mario Montecchia, a 2 anni e 8 l'altro commercialista Giovanni Sebastio e a un anno e 2 mesi la collaboratrice dello studio legale Lusi Diana Ferri. Il tribunale non ha riconosciuto l'associazione per delinquere contestata a tutti gli imputati e ha condannato solo l'ex tesoriere per il reato di calunnia ai danni di Francesco Rutelli. «Il risarcimento dovrà essere stabilito in sede civile", hanno spiegato i giudici.
Resta il sequestro delle abitazioni acquistate da Luigi Lusi con i soldi della Margherita. I giudici della IV sezione del tribunale hanno stabilito che deve essere mantenuto il vincolo su tutti gli immobili oggetto del processo sull'ammanco da oltre 25 milioni di euro dalle casse della Margherita.

«Giustizia è fatta. Vengono dimostrate le esclusive responsabilità dell'ex-tesoriere e dei suoi complici, e la nostra totale onestà, di politici e persone perbene. Con la condanna di Lusi per calunnia nei miei confronti, si spazzano via tutti i veleni che furono diffusi» è il commento del presidente della Margherita, Francesco Rutelli. «Sono soprattutto felice, perché non solo è integro l'onore della Margherita, dei suoi dirigenti, e mio; ma resta integra anche la credibilità tecnico-amministrativa del partito: grazie alla determinazione dimostrata in questi anni, alla bravura degli avvocati Madia e Diddi, all'impegno dei Liquidatori, dei Garanti e dei tecnici e grazie all'egregio lavoro della Magistratura, tutto il maltolto viene recuperato. Assieme agli avanzi di bilancio, farà della Margherita l'unico partito della 1° e 2° Repubblica che devolve interamente questo importante valore economico a beneficio dello Stato, cioè di tutti i cittadini».

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi