Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 23 dicembre 2014 alle ore 07:29.
L'ultima modifica è del 23 dicembre 2014 alle ore 14:48.

My24

Continuano i disagi nella circolazione dei treni in seguito agli incendi dolosi avvenuti questa notte nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Viola, alla periferia di Bologna, che hanno coinvolto alcuni pozzetti di alimentazione delle linee. Per quanto riguarda la linea dell'alta velocita' Bologna-Milano, informano le Ferrovie,dalle 7.30 circolano tutti i treni programmati, con allungamento dei tempi di viaggio, inizialmente di un'ora, ora di circa 30 minuti.

Per quanto riguarda la Linea Bologna - Milano convenzionale, dalle 10.30 i treni hanno ripreso ad effettuare il servizio passeggeri nella stazione di Bologna Centrale con allungamento dei tempi di viaggio di circa un'ora e ancora qualche possibile cancellazione. Fino alle 10.30 il servizio e' stato garantito nella stazione limitrofa di Bologna Arcoveggio, con allungamento dei tempi di viaggio fino a due ore e alcune cancellazioni. Per quanto riguarda invece la Linea Bologna - Verona, dalle 7.30 sta circolando la maggior parte dei treni programmati con allungamenti dei tempi di viaggio fino a un'ora e alcune cancellazioni. Sulla linea locale Bologna - Porretta, infine, la circolazione e' ripresa alle 6.30. Attualmente sono programmate alcune cancellazioni fra Bologna e Marzabotto e, limitatamente ai treni Bologna - Vignola, fra Bologna e Casalecchio Garibaldi.

L’incendio doloso si è sviluppato verso le 4,30 nei pressi del nodo che collega la linea storica per Milano, la Tav e la linea per Verona. Le fiamme si sono sviluppate lungo le canaline. Non ci sono stati danni alle persone.

Il ministro Lupi: atto terroristico contro alta velocità
«Si è verificato purtroppo ciò che temevo, un nuovo atto terroristico con la Tav, questo e non altro è l'incendio doloso di questa mattina a Bologna. Ma non ci fermeranno nella strada di innovare e cambiare l'Italia»: lo afferma il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, riferendosi all'incendio doloso verificatosi vicino Bologna. «Colpiscono l'alta velocità - ha aggiunto Lupi - che è il simbolo chiaro di questo cambiamento. La loro nuova strategia, l'attacco al treno di Italo a Ostiense, a quello del Tgv a Vercelli e poi i due atti incendiari di Firenze e Bologna sono il segno evidente di un attacco di stampo terroristico che mira a creare disagi ai cittadini e tensioni sociali al solo scopo di fermare l'Italia del cambiamento: dall'alta velocità al Jobs act. La storia del nostro Paese dice che simili tentativi sono già stati sconfitti e isolati. Far vivere nel timore e nella paura le persone comuni è la più grave forma di corruzione del vivere civile. Ma la loro è un illusione, noi andremo avanti con ancora più forza e serietà».

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi