Italia

Mattarella all’Expo con Ban Ki-Moon: «Nutrire il pianeta…

  • Abbonati
  • Accedi
giornata mondiale dell’alimentazione

Mattarella all’Expo con Ban Ki-Moon: «Nutrire il pianeta crea pace»

«La generazione fame zero sta per nascere e noi vogliamo accoglierla». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante il suo intervento alla Giornata nazionale dell'alimentazione che si sta celebrando in Expo. La giornata è organizzata dalla Fao, che festeggia i 70 anni dalla sua fondazione. Mattarella ha ricordato che molti progressi sono stati fatti e che «la fame è stata dimezzata e la povertà assoluta è stata ridotta» ma «il cammino è ancora lungo». «Solo un'azione corale - ha aggiunto - può debellare la malnutrizione e la povertà». Il capo dello Stato ha sottolineato il peso della responsabilità affidata ai diversi Paesi in quanto la «fame e malnutrizione sono ancora una realtà per 800 milioni di persone».

Matterella: traguardo zero fame nel mondo si può raggiungere
Per il presidente della Repubblica «il diritto al cibo e all'acqua può essere affermato in tutti i continenti». E quella di azzerare la fame nel mondo è una «difficile impresa, ma non dobbiamo scoraggiarci, il traguardo può essere raggiunto».

«Diritto alla dignità per tutti i migranti»
Il capo dello Stato ha parlato anche di immigrazione. Mattarella ha ricordato che i migranti giunti sulle coste italiane «hanno abbandonato le proprie case e i propri affetti per sfuggire alle persecuzioni, alle carestie e alla fame». E ha parlato di «donne e uomini che hanno diritto alla tutela della loro dignità».

«Expo grande successo, confronto costruttivo col mondo»
Mattarella ha sottolineato anche che l'Expo 2015 di Milano che si avvia alla conclusione «ha registrato un grande successo di visitatori, avendo offerto al mondo intero, non soltanto una occasione di conoscere l'ospitaltà dell'Italia ma anche un'occasione di confronto costruttivo su umanità e futuro». Il presidente della Repubblica ha aperto con il suo intervento i lavori della Giornata mondiale dell'alimentazione che quest'anno si tiene presso l'Auditorium di Expo. «Nutrire il pianeta, energia per la vita - ha aggiunto - è un concetto inseparabile dalla parola pace».

Mattarella accolto da Pisapia, Maroni e Martina
Alla Giornata mondiale dell'alimentazione partecipa anche il segretario generale delle Nazioni unite, Ban Ki-Moon, al quale il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina ha consegnato simbolicamente la Carta di Milano, cioè il testo con una serie di impegni in materia di alimentazione che si propone come la principale eredità immateriale di Expo. Il presidente della Repubblica è stato accolto davanti all'Auditorium dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia, dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e dal ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina.

Ban Ki-Moon: no al vergognoso spreco di risorse
Prima tappa al Padiglione Zero, per il segretario dell'Onu, Ban Ki-Moon, che dopo essere arrivato alla stazione di Rho Expo Milano 2015 a bordo di un Frecciarossa 1000, è stato accolto al padiglione Zero dal commissario unico, Giuseppe Sala. Lo spazio che si trova di fronte all'ingresso di Triulza è considerato una sorta introduzione alla visita in Expo in quanto incentrato sulla storia dell'uomo fino ad oggi. Ban Ki-moon, al suo arrivo alla struttura, è stato accolto da un grande applauso degli studenti in coda per la visita. Al segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, è stata consegnata la carta di Milano, il manifesto per la lotta alla malnutrizione e allo spreco sul quale sono state raccolte oltre un milione di firme nei sei mesi dell'esposizione universale dedicata al tema `Nutrire il pianeta, energia per la vita´. Ban Ki-Moon si è scagliato contro il «vergognoso» spreco delle risorse alimentari e ha sottolineato l'intenzione di «rafforzare l'impegno contro la fame nel mondo intero», una «sfida» portata avanti insieme alla Fao e al suo direttore generale, Graziano Da Silva, presente alla cerimonia.

Padoan: assicurare cibo a tutti è obbligo morale
Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo oggi in Expo al convegno `Finance for food´ ha dichiarato oggi che la ricorrenza del 70mo anniversario della fondazione della Fao «ci rammenta l'obbligo morale di assicurare cibo sufficiente, nutriente e accessibile a tutti». Secondo Padoan «non è solo un obbligo morale, ma anche una saggia scelta economica». «È questo - ha detto - il primo passo per garantire alle persone il controllo sul proprio futuro e la possibilità di contribuire al benessere proprio e del mondo intero».

Papa: liberare mondo da fame è obiettivo improrogabile
Anche Papa Francesco nel suo messaggio alla Fao ha detto che «liberare l'umanità dalla fame» è «obiettivo improrogabile, che va perseguito con rinnovata volontà in un mondo dove cresce il divario nei livelli di benessere, nei redditi, nei consumi, nell'accesso all'assistenza sanitaria, nell'istruzione e per quanto concerne una maggiore speranza di vita».

© Riproduzione riservata