Italia

Maltempo, pioggia e neve in Piemonte, 15 cm al Sestriere

  • Abbonati
  • Accedi
Meteo

Maltempo, pioggia e neve in Piemonte, 15 cm al Sestriere

Pioggia e neve stanno creando alcuni disagi in provincia di Torino, dove è stata chiusa la provinciale 197 del colle del Lys per la caduta di alcuni alberi. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco, soprattutto in Val Sangone, in Val di Lanzo e in Valle di Susa. A Sestriere sono caduti 15 centimetri di neve. A sorpresa, vista la stagione, la notte scorsa è caduta la neve sulle cime della Val d'Aveto in Liguria. I monti Maggiorasca e Penna questa mattina si sono presentati con una coltre bianca di circa 10 centimetri e con una temperatura in quota di zero gradi . Anche la Festa del Lavoro è sotto la pioggia a Genova, mentre la manifestazione nazionale unitaria di Cgil, Cisl e Uil, dopo il corteo (durante il quale non ha piovuto), è arrivata al momento dei comizi finali in piazza De Ferrari. Qui interverranno i leader sindacali, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. Molti dei partecipanti hanno lasciato la piazza per trovare riparo sotto i portici via XX Settembre.

Le previsioni per la settimana
Al Nord tornano condizioni soleggiate al Nordovest, ancora nuvoloso al Nordest con residui acquazzoni sull'Emilia Romagna. Temperature in netto aumento ad ovest, massime tra 16 e 22. Al Centro prevale ancora il maltempo con piogge sparse, specie su Adriatiche ed interne; schiarite dalla sera sulla Toscana. Temperature stabili, massime tra 13 e 17. Al Sud il tempo resta instabile con occasione per frequenti piogge od acquazzoni sparsi, fin in serata sul comparto tirrenico. Temperature in calo, massime tra 14 e 16.

La nuova settimana dunque parte sotto il segno della pioggia su gran parte della Penisola, lo annuncia il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che spiega: «La perturbazione giunta domenica insisterà anche lunedì su gran parte d'Italia, portando piogge e temporali soprattutto su regioni adriatiche e al Sud, ma sparsi pure sulle centrali tirreniche. Proprio al Meridione ci attendiamo i fenomeni più intensi ed in particolare su Puglia e basso versante tirrenico dove localmente i temporali potranno risultare anche di forte intensità, con punte fino a 40-50mm. Piogge residue anche al Nordest, bassa Lombardia, basso Piemonte e Liguria, ma qui il tempo tenderà gradualmente a migliorare con schiarite via via più ampie sul Nordovest, specie verso fine giornata».
«Il tutto verrà accompagnato da venti sostenuti e da un ulteriore calo delle temperature al Centrosud, dove si andrà sotto le medie del periodo. Solo al Nordovest si avrà un rialzo termico, mentre sul resto della Penisola le massime a stento raggiungeranno i 18-20°C. Come già detto il vento sarà sostenuto, in particolare su Tirreno ed Isole Maggiori dove il Maestrale potrà soffiare con raffiche anche di oltre 60-70km/h con mare molto mosso o agitato».

«Da martedì godremo di maggiori spazi assolati, tuttavia il rischio acquazzoni non sarà ancora scongiurato. In particolare nella giornata di martedì un nuovo impulso temporalesco interesserà soprattutto a fine giornata Nordest e medio versante Adriatico, mentre il Sud farà ancora i conti con residue piogge. Mercoledì ancora qualche nota instabile soprattutto al Centrosud, mentre da giovedì l'alta pressione dovrebbe imporsi con maggiore decisione, favorendo un tempo più stabile e una decisa ripresa termica».

© Riproduzione riservata