Motori24

Dossier Nissan prepara l'elettrica che si auto-ricarica

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 31 articoliAuto elettriche, i modelli e le tecnologie rivoluzionarie

Nissan prepara l'elettrica che si auto-ricarica

Nissan ha messo a punto una soluzione per ampliare l'autonomia ricorrendo al classico range estender: un gruppo elettrogeno a benzina che ricarica le batteria quando serve.

Ecco una soluzione che già da oggi è fruibile. Il Nissan e-Power, questo il suo nome, ha come obiettivo prioritario quello di rendere accessibile a tutti l'elettrico. Debutterà per ora in Giappone sul monovolume compatto Note. Il sistema, infatti, utilizza la tecnologia dei veicoli elettrici già disponibile sulla Nissan Leaf. Ma a differenza della Leaf attuale, l'e-Power prevede anche un piccolo motore a benzina che serve a ricaricare, quando è necessario, le batterie ad alta capacità, eliminando così la necessità di un caricatore esterno e garantendo la stessa erogazione di potenza.

Nissan e-Power

Il sistema e-Power prevede un motore completamente elettrico che fornisce coppia motrice alle ruote con l'energia generata dalla batteria ad elevata capacità trasmessa al gruppo propulsore compatto del sistema e-Power, costituito da motore a benzina che ha funzioni di generatore, inverter oltre che dal motore elettrico.

A differenza dei sistemi ibridi convenzionali che prevedono un motore elettrico a bassa potenza affiancato a un motore a benzina che provvede ad azionare le ruote quando la batteria si scarica o quando si viaggia a velocità elevate, nel sistema e-Power, il motore a benzina non è collegato alle ruote, perché ha una funzione semplicemente quella di caricatore della batteria. La differenza, invece, rispetto ad un veicolo totalmente elettrico l'energia proviene anche dal motore a combustione e non soltanto dalla batteria.

Quanto ai vantaggi del sistema e-Power che sono di erogare elevati livelli di coppia quasi all'istante, migliorando la prontezza e assicurando un'accelerazione più fluida. In più risulta silenzioso come i veicoli elettrici tradizionali. E poiché il motore a combustione interviene con meno frequenza e non è collegato direttamente alle ruote, i consumi sono paragonabili a quelli dei veicoli ibridi convenzionali, soprattutto viaggiando in città. In definitiva, il sistema e-Power consente di sfruttare i vantaggi di un elettrico di tipo tradizionale senza tuttavia doversi preoccupare di caricare la batteria.

© Riproduzione riservata