Moda24

Dossier Armani: vestire i bambini non è facile come sembra

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 20 articoliPitti Bimbo 85, lo Speciale di Moda24

Armani: vestire i bambini non è facile come sembra

Precursore in tutto, Giorgio Armani è stato tra i primi a intuire il potenziale di un marchio della moda per adulti nell’abbigliamento per bambini e i suoi investimenti nel comparto sono costantemente cresciuti. La rete distributiva del gruppo Armani conta circa 3mila punti vendita nel mondo e quasi 200 sono a insegna 198 Armani Junior, 22 dei quali gestiti direttamente. La linea fu introdotta nel 1981 e fino al 2006 copriva la fascia d’età 2-16 anni. Undici anni fa nacquero le collezioni Armani Newborn, per i neonati, e Armani Baby (3-24 mesi).

Denim. Per Armani resta uno dei capi più versatili e senza tempo

Armani Junior nelle ultime stagioni è diventata più fashion: a partire dall’autunno-inverno 2016-17 le collezioni si sono arricchite di capi e accessori che richiamano i temi del momento e sono più coerenti con l’universo Armani. Come dire: alla praticità e comodità si è aggiunto un elemento di stile più distintivo.

In un’intervista rilasciata qualche tempo fa a Vogue.it, Giorgio Armani rifletteva su 35 anni di lavoro sulle linee junior: «Vestire i bambini è insieme facile e difficile. Bisogna trattarli come bambini, pur sapendo che sono affascinati dal mondo adulto e vorrebbero imitarlo. La sfida per me è creare capi che siano di qualità, belli da vedere, facili da usare, coerenti con il mio mondo e accattivanti. La difficoltà e diversità oggi rispetto al 1981 è rimanere originali in un panorama pieno di proposte». Forse proprio per continuare a essere , appunto, originale, Giorgio Armani ha portato la linea junior anche nel mondo della pallacanestro, sport del quale è appassionato, come dimostra la sponsorizzazione della squadra Olimpia Milano. Quella degli under 18 si chiama Armani Junior Olimpia e nella stagione 2016-2017 ha raggiunto risultati migliori di quella per adulti.

Tornando alle collezioni, il denim, altra passione dello stilista, è sempre centrale, come dimostrano i capi per la primavera-estate 2016. «Il denim ci accompagna nelle nostre avventure quotidiane –ha detto ancora Armani a Vogue.it –. È resistente, versatile, unisex, democratico e senza tempo. Il denim è per sempre, e non solo quello di Armani Junior».

© Riproduzione riservata