Italia

Al via a Latina il festival «Come il vento nel mare»

  • Abbonati
  • Accedi
dal 12 al 18 luglio

Al via a Latina il festival «Come il vento nel mare»

  • – di Redazione Online

«Come il vento nel mare vuole offrire una sperimentazione di turismo culturale ed etico, un festival delle narrazioni e della cultura politica sulla splendida cornice delle Terrazze Hotel Miramare di Latina, dal 12 al 16 luglio, per unire il gusto di un buon libro e un tramonto indimenticabile». È questa l’idea che ha spinto Massimiliano Coccia e Andrea Alicandro ad organizzare la rassegna insieme a Vito Miceli, imprenditore e proprietario dell’Hotel. Cinque giorni intensi dove si potranno incontrare i protagonisti del dibattito culturale e politico italiano.

Quattro palchi in cui si susseguono dibattiti, approfondimenti su politica, letteratura, attualità cinema, musica e satira. Tra i partecipanti Federica Angeli, la giornalista di Repubblica sotto scorta per le inchieste sulla mafia del litorale romano alla quale alle 21 del 12 luglio verrà assegnato il “Premio Enea- Buone Pratiche”. Ma anche Antonello Venditti presente alle 22 del 12 luglio per una conversazione con Massimiliano Coccia. Il 13 luglio è la volta di una serata più letteraria con Elisabetta Fiorito, giornalista di Radio24-Il sole 24Ore- che presenta il suo romanzo su pregiudizi e crisi “Carciofi alla giudia”, edizioni Mondadori e Anna Giurickovic, finalista premio Strega con il suo libro “La figlia Femmina” di Fazi, ma anche Vincino vignettista del Foglio.

Il 14 luglio invece Ilaria Cucchi parlerà della nuova legge sulla tortura, mentre il rapper Amir Issaa, nato da padre egiziano e madre italiana, autore di “Vivo per questo”, Chiarelettere, interverrà sullo Ius Soli. Altra questione è quella della Sla che viene però affrontata con un banchetto a chiusura del libro “Sapori a colori”, scritto da Paolo Palumbo, chef 19enne affetto da questa malattia che ha inventato un ricettario apposito per i pazienti di Sla. Il 15 luglio spazio al cinema con il cortometraggio di Renato Chiocca, mentre il “Premio Enea- Buone pratiche per l'Italia”, verrà conferito a Dino Giarrusso e Salvatore Striano.

Ma c'è anche la musica di Francesco Taskayali, giovane compositore turco. Ancora libri invece il 16 con Francesco Merlo che presenta il “Sillabario dei malintesi” con l'intervento di Massimo Bordin di Radio Radicale. Poi il conferimento del Premio Enea – Buone Pratiche per l'Italia – al fotografo Oliviero Toscani e alla cantante Nada.

© Riproduzione riservata