Norme & Tributi

Dossier Per il golden power si amplia l’elenco dei settori strategici

  • Abbonati
  • Accedi
    Dossier | N. 27 articoliTutto sul decreto fiscale 2017

    Per il golden power si amplia l’elenco dei settori strategici

    La legge di conversione del decreto fiscale affina la disciplina in materia di golden power. Già l’articolo 14 del decreto legge 148/2017 introduceva una sanzione pecuniaria anche per mancata notifica dell’acquisto di partecipazione rilevante ai sensi dell’articolo 1 del Dl 21/2012, ossia in ordine agli attivi strategici per il sistema di difesa e sicurezza nazionale (la sanzione era prevista solo per l’articolo 2 che riguarda gli attivi strategici nel settori energia, trasporti e comunicazioni per mancata notifica dell’atto i cui effetti hanno determinato il passaggio del controllo: così paradossalmente poteva essere sanzionata la Tim e non la controllante Vivendi nel recente caso di affermazione della direzione e coordinamento da parte di quest’ultima).

    Inoltre si è resa rilevante non soltanto la minaccia di grave pregiudizio per gli interessi essenziali dello Stato, ma anche il «pericolo per la sicurezza e l’ordine pubblico» nel caso di operazione posta in essere da un soggetto esterno all’Unione europea in settori ad alta intensità tecnologica (tra cui immagazzinamento e gestione dati, infrastrutture finanziarie, tecnologie come intelligenza artificiale, robotica, semiconduttori, sicurezza in rete, tecnologia spaziale o nucleare, accesso a informazioni sensibili).

    Il Parlamento è giustamente intervenuto a colmare la lacuna sui ministeri competenti a individuare tali settori strategici, aggiungendo, ai ministeri dell’Economia e delle finanze, dello Sviluppo economico e delle Infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il ministero dell’Interno e con il ministero degli Affari esteri, anche il ministero della Difesa: la lacuna sarebbe stata grave, se solo si pensa alla gestione e al controllo di dati sensibili a opera di tale amministrazione avvalendosi di reti dedicate e riservate.

    © Riproduzione riservata