Italia

Airbnb punta a un miliardo di clienti, lancia case di lusso e boutique…

  • Abbonati
  • Accedi
san francisco

Airbnb punta a un miliardo di clienti, lancia case di lusso e boutique hotel. La Borsa? Nessuno ne parla

Casa di Los Angeles su Airbnb Plus
Casa di Los Angeles su Airbnb Plus

«Dieci anni fa non avremmo mai immaginato che Airbnb avrebbe cambiato il mondo del travel. Tutti ci dicevano: “nessuno aprirà mai le case agli sconosciuti“ oppure “Airbnb? Non fa per me”. Invece ci abbiamo creduto e abbiamo conquistato 300 milioni di ospiti. Ora vogliamo andare oltre: nei prossimi dieci anni puntiamo a raggiungere un miliardo di utenti». Siamo alla Masonic Concert Hall, 1111 California Street su Nob Hill, uno dei 7 colli su cui è stata fondata San Francisco. Qui il nuovo re dell'industria turistica, Brian Chesky, cofounder e Ceo di Airbnb, ha annunciato a 160 giornalisti provenienti da tutto il mondo strategie e prospettive di crescita.

La piattaforma, creata dieci anni fa da tre amici senza soldi, Brian Chesky, Joe Gebbia e Nathan Blecharczyk, con solo tre materassini gonfiabili, oggi ha 4,5 milioni di alloggi in 81mila città. E punta a diventare un posto dove chiunque potrà sentirsi a casa in ogni parte del mondo. Come? La road map tracciata in conferenza stampa da Chesky prevede un piano d'azione preciso.

Case di lusso e boutique Hotel
Il primo passo si chiama Airbnb Plus: già da oggi si potrà prenotare alcune tra le case più belle del Pianeta in 16 città del mondo, comprese Roma e Milano. Entro la fine dell'anno saranno 75mila case in più di 50 destinazioni. Sono poi state create quattro nuove categorie di alloggi (Case vacanza, Alloggi Unici, B&B e Boutique Hotel), nuove tipologie di viaggio (da oggi disponibili per Famiglie e Lavoro, in primavera arriveranno le Social Stays, Luna di miele, Viaggio di gruppo, Cene e party). Infine Airbnb vuole investire sulla Community dei suoi stakeholder, creando le figure di SuperHost e SuperGuest.

Cresce l'industria del turismo
L'industria del turismo è in forte crescita. Più del 10% dell'economia mondiale è rappresentata da viaggi e turismo. Un lavoro su dieci nel mondo è legato a questo settore. «Mentre l'economia è in crisi e l'intelligenza artificiale cancellerà posti di lavoro, noi stiamo contribuendo alla crescita e all'occupazione nell'Italia e nel mondo» racconta Chris Lehane, capo della policy di Airbnb, in un'intervista in esclusiva per il Sole 24 Ore (in edicola il 24 febbraio). «Vogliamo collaborare con i governi nell'interesse comune e avere un equo trattamento fiscale». La fotografia del business di Airbnb oggi è tutta nei numeri dichiarati nella giornata. In dieci anni gli host hanno incassato 41 miliardi di dollari. Solo nel 2018 si prevede che arriveranno per loro ricavi per altri 16 miliardi di dollari. A questo si aggiunge l'indotto, che vale più di 6 miliardi di dollari, 300 milioni di ospiti fino a oggi e un miliardo come obiettivo entro 10 anni.
Strategie e prospettive di crescita perfette per affascinare gli investitori di un’Ipo? A San Francisco, nel quartier generale in 888 Brannan Street, nessuno vuol parlare di Borsa. Forse è ancora troppo presto.

© Riproduzione riservata