Italia

Il debutto del professionista: tutti i costi voce per voce

  • Abbonati
  • Accedi
IL LUNEDÌ DEL SOLE 24 ORE

Il debutto del professionista: tutti i costi voce per voce

Il “ticket” per muovere i primi passi nella libere professioni non è uguale in tutta Italia. A far variare le prime spese del neo-professionista è già l'università in cui si sceglie di studiare. E  non solo per le tasse universitarie: anche una volta terminati gli studi, l'ateneo di laurea condizionerà la «tassa di abilitazione professionale»: un'imposta locale, il cui importo è stabilito dalla Regione in cui ha sede l'Università di provenienza. Ma anche per iscriversi all'Albo la cifra varia da città a città. Il Sole 24 Ore ha ricostruito il costo complessivo in tre città per sei categorie di professionisti: architetti, avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, ingegneri e medici

Quando la multa arriva con la Pec
La notifica delle multe attraverso la posta elettronica certificata sta muovendo i primi passi. L'Esperto risponde dedica un approfondimento speciale a questa novità, con particolare attenzione agli adempimenti per i differenti soggetti interessati (dai professionisti ai semplici cittadini con Pec), alle procedure e agli aspetti che continuano a risultare controversi. Con le risposte ad alcune situazioni-tipo.

Casa, il boom degli affitti a canone concordato
La formula dell'affitto a canone concordato guadagna terreno. Sfruttando i rinnovi delle intese locali e la cedolare secca con aliquota al 10%, sono sempre di più i proprietari che scelgono il canale agevolato. Sul Sole 24 Ore il quadro delle scelte città per città dove sono stati rinnovati gli accordi territoriali sulle locazioni a canone concordato.

Enti locali, la riforma dei revisori
I revisori dei conti negli Enti locali che non sono stati finora premiati dalla sorte avranno più probabilità di essere estratti e ottenere l'incarico, per quelli con un curriculum più pesante si aprirà una corsia riservata verso i Comuni con più di 50mila abitanti, le Città metropolitane e le Province. E tutti dovranno sottoporsi ogni anno a un test nazionale per verificare le proprie competenze di base, obiettivo che i questionari locali, alla fine dei corsi in cui si maturano i crediti formativi, hanno palesemente mancato.

Effetto mini bond, l'Italia guida la crescita delle Pmi
Sono partiti in un po' in sordina, ma ora stanno guadagnando terreno, soprattutto in Italia. Dal 2013 ad oggi 196 Pmi hanno scommesso su un percorso di crescita alternativo al canale bancario a colpi di mini-bond. In tutto sono 303 gli strumenti quotati sul segmento dedicato ExtraMot Pro e secondo gli addetti ai lavori il loro numero è destinato a crescere ancora. L'Italia non è un caso isolato. Negli ultimi anni anche altre piazze finanziarie europee, come Madrid, Francoforte e le Borse regionali tedesche hanno creato mercati ad hoc per la loro contrattazione di questi strumenti

© Riproduzione riservata