Motori24

Dossier Tesla Model Y, la produzione partirà a novembre. Mercedes prepara…

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 31 articoliAuto elettriche, i modelli e le tecnologie rivoluzionarie

Tesla Model Y, la produzione partirà a novembre. Mercedes prepara l’ammiraglia elettrica

Tesla avvierà la produzione della nuova elettrica Y, un suv crossover di taglia compatta da novembre del 2019 nell’impianto di Fremont. Due anni dopo il crossover compatto a zero emissioni sarà assemblato anche in Cina se la Casa avrà raggiunto un accordo con le autorità locali. La Y andrà così ad arricchire un gamma già articolata su Model S, Model X e la recente Model 3, la vettura più economica del costruttore della Silicon Valley guidata da Elon Musk, che più di un problema ha creato alla società americana. Model Y è quindi il quarto modello della gamma Tesla.

La casa di Elon Musk vanta infatti tre modelli in listino. La Model S, ammiraglia alla spina lanciata nel 2012, il suv Model X sul mercato dal 2015 e la Model 3, la “compatta” (per gli standard Usa: è lunga 4.70 metri) in produzione da luglio luglio con l'obbiettivo di scompigliare le carte nei segmenti C/D premium in virtù di un prezzo più abbordabile rispetto agli altri due membri della famiglia Tesla che prossimamente vedrà la presenza della nuova Roadster e del camion Semi.

La nuova Model potrebbe utilizzare lo stesso pianale della 3. In ogni caso lo stile della nuova Y sarà in linea con quello della Model 3, sia pure sotto forma di crossover e quindi a guida più alta e a spazio interno più versatile. Oltre allo stile, la Y potrebbe ereditare dalla Model 3 anche gran parte della tecnologia. Proprio questa condivisione, inoltre, potrebbe influire positivamente sul prezzo finale della nuova Tesla, senza contare che i crossover sono la tipologia più gradita a livello mondiale e di questo si gioverebbe anche la futura Y.

Da puntualizzare che il mercato della marca californiana è quello delle vetture di livello premium/luxury presidiato, a vari livelli, da brand come Audi, Bmw, Mercedes-Benz, Jaguar, Volvo. La Model S ha inferto più di un dispiacere ai tedeschi. In Europa, ad esempio le vendite dell'ammiraglia californiana sono cresciute del 30% fino a 16.132 unità nel 2017, superando quelle della Mercedes Classe S (- 3% per 13.359 unità) e della Bmw Serie 7 ( 11.735 esemplari e -13%). Negli Usa le immatricolazioni di Tesla Model S sono cresciute del 9% per un totale di 28.800 unità nel 2017 quando la rivale Mercedes Classe S si è fermata sotto le 16mila con un calo del 16% immatricolazioni.

Proprio per rispondere a Tesla Model S sul fronte della ammiraglie top, Mercedes starebbe secondo rumors di stampa sviluppando una vettura della categoria della Classe S (da circa 100 mila euro). Da ricordare che Daimler la casa madre della stella a tre punte ha creato un marchio specifico per le auto elettriche: si chiama E.Q ed entro il 2022 presenterà 10 modelli full electric..

© Riproduzione riservata