Italia

5/5 Lorenzo Fontana (Lega): il vicepresidente della Camera che da…

  • Abbonati
  • Accedi
    NELL’ATTESA DI UN ACCORDO PER IL NUOVO GOVERNO

    Dal paladino contro i vitalizi al giustizialista radicale, i volti nuovi emersi dalle intese parlamentari M5S-Lega

    Le intese che M5S e il centrodestra hanno raggiunto nei giorni scorsi in parlamento nell'attesa di trovare la quadra per il nuovo governo, dalla nomina dei presidenti di Camera e Senato a quella, ultima in ordine di tempo, del presidente della Commissione speciale di Montecitorio, hanno fatto emergere volti nuovi. Persone che avranno un ruolo delicato nella partita che si giocherà in Parlamento per ridurre le distanze tra le due forze politiche che hanno ottenuto il migliore risultato alle elezioni del 4 marzo ma che, numeri alla mano, non dispongono di una maggioranza parlamentare . Sullo sfondo le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pronunciate al termine del secondo round delle consultazioni con le forze politiche: serve un esecutivo nella pienezza dei poteri. Il capo dello Stato ha concesso qualche giorno a Luigi Di Maio e a Matteo Salvini. Poi farà la sua scelta.

    Lorenzo Fontana (Lega) - Ansa
    Lorenzo Fontana (Lega) - Ansa

    5/5 Lorenzo Fontana (Lega): il vicepresidente della Camera che da parlamentare europeo ha promosso il dialogo tra Salvini e Marine Le Pen

    L'altro vicepresidente della Camera meno noto è il leghista Lorenzo Fontana. Veronese, 38 anni, vicesindaco di Verona e vicesegretario federale del Carroccio (l'altro è Giancarlo Giorgetti), è stato vicesegretario del Movimento Giovani Padani. Nel 2009 è stato eletto al parlamento europeo, dove si è adoperato per avvicinare la Lega al Front National di Marine Le Pen. Alle politiche del 4 marzo è stato eletto alla Camera, abbandonando la carica di europarlamentare.

    © Riproduzione riservata