Italia

1/13 Ministero delle Infrastrutture: Giancarlo Giorgetti

  • Abbonati
  • Accedi
    la squadra

    Totoministri, ecco la lista dei «papabili» nel governo M5S-Lega

    Il conferimento dell’incarico a Giuseppe Conte da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella dà all'esecutivo M5S-Lega una base di partenza ma la partita sui ministri è ancora aperta, a cominciare dall'Economia, dove sull’ipotesi dell’economista Paolo Savona, critico nei confronti dell’euro, è scontro tra il Carroccio e il Quirinale. Per riequilibrare lo strappo su Savona, agli Esteri Luigi Di Maio e Matteo Salvini sono pronti a indicare Enzo Moavero Milanesi o Pasquale Salzano, ambasciatore in Qatar. Il capogruppo della Lega alla Camera Giancarlo Giorgetti potrebbe finire alle Infrastrutture. Salvini andrebbe al Viminale, Luigi Di Maio allo Sviluppo economico, a cui vorrebbe accorpare anche il dicastero del lavoro per seguire la pratica del reddito di cittadinanza. Ecco i principali nomi del nuovo governo.

    1/13 Ministero delle Infrastrutture: Giancarlo Giorgetti

    Per lui si è parlato del ministero dell’Economia, ma invece potrebbe finire alle Infrastrutture. Non andrà quindi neanche alla presidenza del Consiglio, dove in pole sono Fontana (Lega) e Spadafora (M5S). Giancarlo Giorgetti, capogruppo della Lega alla Camera e braccio destro di Matteo Salvini, è l’uomo che ha gestito tutti i passaggi delicati del Carroccio da vent’anni a questa parte, comprese le non facili trattative sulla legge elettorale. Il Movimento Cinque stelle punta a mettere alle Infrastrutture Laura Castelli, passato da «No Tav» e contraria alle grandi opere. La Lega rilancia, oltre che con con Giorgetti, con il nome di Giuseppe Bonomi (ex presidente della società aeroportuale Sea)

    © Riproduzione riservata